IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Restituzione tasse 2009, un esperto a disposizione

Il Collegio edile Aniem L’Aquila ha comunicato la propria disponibilità alle istituzioni a partecipare attivamente alla ricerca di una soluzione al gravissimo problema della restituzione delle tasse sospese dopo il terremoto 2009 che potrebbe essere imposta a imprese e partite Iva nel “cratere”.

L’associazione, in particolare, intende mettere a disposizione al fianco degli enti locali e delle stesse ditte coinvolte il professor avvocato Angelo Cuva, docente di Scienza delle finanze nell’Università di Palermo e revisore contabile.

Lo rende noto il presidente dell’Aniem provinciale aquilana, Danilo Taddei, eletto di recente al vertice di un’associazione che si sta strutturando in questo territorio, puntando a raggiungere le 50 imprese iscritte entro l’anno.

Taddei lancia un nuovo allarme sulla tematica, sul tavolo da anni, e che vede ben 115 aziende in seria difficoltà, alle quali il governo potrebbe dare il colpo di grazia richiedendo indietro i fondi, considerati aiuti di Stato illegittimi, per conto dell’Unione europea.

“Abbiamo deciso di fare la nostra parte, chiedendo un supporto al professor Cuva, esperto di diritto tributario di livello nazionale già da tempo in campo nella tutela delle Pmi – spiega Taddei – Pur essendo la nostra associazione ancora in fase di organizzazione, la problematica è troppo scottante per essere ignorata, perché la restituzione rischierebbe di colpire a morte il tessuto economico locale”.

“Non bisogna abbassare la guardia e il nostro intervento è teso anche a risvegliare gli animi di quanti si sono un po’ seduti rispetto a questa battaglia – rileva il presidente Aniem – Da questo punto di vista, l’ex presidente dell’Ance aquilana, Gianni Frattale, si è prodigato molto in difesa delle attività produttive del mondo edile”.

Ora Taddei si augura che “tutti insieme si torni a fare un’azione forte per definire positivamente una vicenda destinata a dare un nuovo scossone a un territorio che sta cercando di risalire la china. In tal senso – conclude – sfugge come si possa considerare un aiuto di Stato la sospensione delle tasse che fu disposta in una provincia che era stata appena dilaniata da una gravissima calamità naturale”.

X