IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Noi con Salvini riempie l’Ance

La prima Conferenza Programmatica di Noi Con Salvini L’Aquila ha raccolto un gran numero di persone nella sala Ance.

Il gruppo consiliare che racchiude tra i suoi scranni il consigliere più anziano, Luigi Di Luzio, ed il consigliere più giovane della storia del Consiglio Comunale aquilano, Francesco De Santis.
I lavori sono stati aperti dalla Coordinatrice Comunale Tiziana del Beato, neofita della politica che si è ‘avvicinata al gruppo di Ncs pochi mesi fa, ritrovandosi in prima linea’.

Il comitato cittadino sta provvedendo a nominare i responsabili dei diversi settori della dirigenza, preparandosi ad affrontare le imminenti elezioni politiche.

Ncs, il Coordinatore Regionale Bellachioma

‘In un momento tanto difficile resta complesso parlare di politica, perché nessuno crede più nella Politica – ha spiegato il Coordinatore regionale, Giuseppe Bellachioma -. La rivoluzione del buon senso è l’unica cosa che potrà salvare l’Italia, come dice Matteo Salvini, sdoganando la Lega in un progetto che rimette in moto tutto il paese, che oggi vive un degrado morale economico e sociale mai visto prima’.
Il coordinatore regionale ha esaltato le qualità del gruppo dirigente aquilano
Il politico medio manifesta saccenza ed arroganza, che sono le qualità dei falliti.
Noi con Salvini ha lanciato la Flat tax, aliquota unica al 15% che alleggerisca la tenaglia dello Stato verso imprenditori, partite iva e professionisti.

Noi con Salvini: conferenza programmatica dicemrbe 2017. D'eramo, imprudente, bellachioma
Noi con Salvini: conferenza programmatica dicemrbe 2017. D'eramo, imprudente, bellachioma
Noi con Salvini: conferenza programmatica dicemrbe 2017. D'eramo, imprudente, bellachioma

Alla conquista anche della Regione Abruzzo,  che Bellachioma ha definito ‘una regione governata in modo becero dal partito democratico’.

Noi Con Salvini giovani

Il mondo giovanile di Noi Con Salvini è in forte crescita ed ha dato grandi risultati alle scorse elezioni aquilane, eleggendo il più giovane consigliere della storia de Consiglio Comunale. ‘Ci piace giocare in squadra – ha spiegato il coordinatore giovanile, Andrea Costantini -. L’esperienza della militanza politica è un valore importante, ascoltiamo il territorio e ci muoviamo in città per cogliere e risolvere le criticità. Abbiamo eletto un rappresentante alla circoscrizione cittadina e Alessandro Maccarone al Senato Accademico’.

Noi con Salvini, l’assessore Imprudente

‘Abbiamo titolato questa conferenza Città Nuova, proprio per recuperare il gap dell’isolamento in cui è stata relegata la città in questi anni del governo di sinistra’. Ha detto Emanuele Imprudente assessore di Ncs. ‘L’isolamento è l’elemento di debolezza della nostra città. Uscire dai contrasti e dall’isolamento è l’unica risposta che si può dare per il cambiamento.

Tante risposte stiamo dando alla nostra città anche per dare un decoro diverso, che sia prova del nuovo passo della gestione Comunale. Il decoro è un punto importante della nostra nuova visione di città.

Stiamo rimodulando il piano di protezione civile della città, cercando di dare una conoscenza e consapevolezza alla popolazione.

Ci siamo ritrovati a governare una città in cui i problemi sono stati nascosti sotto i tappeti – ha concluso Imprudente -, affinché riaffiorassero dopo Cialente. Stateci vicini e segnalateci qualora sbagliassimo’.

Il sindaco Pierluigi Biondi

Il sindaco Pierluigi Biondi si è complimentato con i Salviniani per la qualità dei temi affrontati e con la massiccia partecipazione. ‘Noi forse un difetto scontiamo, ma lo recupereremo, intanto che abbiamo parlato tropo poco di politica è quello che abbiamo trovato. Perché gli aquilani devono sapere in che stato i dirigenti del Pd hanno lasciato questa città. Abboniamo i primi tre anni di governo successivi al terremoto, ma dal 2012 in poi c’erano norme e risorse, personale e provvedimenti ad hoc. In quella fase bisognava immaginare la città.

Vogliamo fare una operazione verità – ha detto il sindaco -, affinché gli aquilani sappiano in che condizione abbiamo trovato la città, con l’ostilità manifesta di una gran parte della dirigenza, di una macchina comunale e di alcuni centri strategici di governo.

Dalle vertenze occupazionali, alla sanità, ritardi nei pagamenti della ricostruzione, il blocco della ricostruzione pubblica… la situazione delle aziende municipalizzate, per non parlare dello sviluppo turistico inesistente.

Per le frazioni abbiamo preso di petto la Frazione di Arischia, abbiamo semplificato le pratiche sotto 1 milione di euro che rappresentano oltre 300 milioni di euro. Potremo usare dei centri strategici della città grazie all’accordo con il Demanio. Abbiamo reperito 80milioni per gli istituti superiori.

Siamo entrati a palazzo Fibbioni grazie al sostegno di persone libere, stateci vicino e sosteneteci’ ha concluso Pierluigi Biondi.

Noi con Salvini, la parola a Luigi D’Eramo

‘Voglio salutare la stampa libera che questa sera ci ha seguito, la gente libera che con grande passione ha partecipato a questa conferenza, fatta da persone libere che non truccheranno mai un concorso per far vincere un amico, che non porteranno mai a lavorare con una raccomandazione un fratello o una moglie – Accende la platea il discorso appassionato di Luigi D’Eramo -.

Preferiamo il duro lavoro alle conferenze stampa. Il comune non è una vetrina di un negozio che deve esporre una merce per venderla.

Abbiamo lavorato duramente, da sei mesi, per mettere le toppe a scelte politiche della vecchia amministrazione con voragini enormi.

La grande questione oggi è da una parte la ricostruzione e dall’altra quella del Capoluogo della Regione.

Abbiamo il peso di riportare al centro della politica regionale la nostra città.

È un capoluogo ferito ma è il soggetto deputato a dettare l’agenda della politica regionale.

Noi vogliamo dare proposte concrete per difendere L’Aquila Capoluogo, per rispondere con i fatti alle provocazioni della costa e della Grande Pescara.

Nel più breve tempo possibile dobbiamo fare una nuova pianificazione ed adottare lo strumento urbanistico per ridisegnare la città, uno strumento urbanistico intercomunale che preveda una pianificazione da Montereale a Navelli. 

Un unico progetto di sviluppo economico che rilanci tutto il territorio, dobbiamo farci aiutare da menti illuminate e non possiamo più sbagliare.

Abbiamo un patrimonio non utilizzato tra pubblico e privato pari a contenere altre 45000 persone, una città potenziale nella città. Dobbiamo far sapere all’Europa Intera quanto la nostra città sia sicura e dobbiamo prepararci ad accogliere.

A marzo alle elezioni politiche dobbiamo raggiungere il 40% per essere ancora più forti.

Questi incontri saranno semestrali per conoscere i vostri consigli, per confrontarci con tutti voi’.

Il video dell’intervento di Francesco De Santis

https://www.facebook.com/francesco.desantis.37/posts/10210004511343126

 

X