IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Treni, le nuove fermate Bazzano e Campo di Pile

Il network delle stazioni ferroviarie abruzzesi si arricchisce di due nuove fermate: Bazzano e L’Aquila Campo di Pile.

Poste rispettivamente sulle linee Sulmona – L’Aquila e Terni – L’Aquila, sono state inaugurate stamani dai vertici regionali di Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia, Stefano Morellina e Marco Trotta, insieme al consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci, al Presidente della provincia dell’Aquila Angelo Caruso e al vice Sindaco dell’Aquila Guido Liris.

La nuova stazione di Bazzano

L’attivazione commerciale della nuova fermata, dopo quelle di S. Gregorio e Sassa N.S.I, completa il progetto metropolitano dell’area aquilana.

L’intervento – circa 900 mila euro di investimento, 12 mesi di lavori – rientra tra quelli previsti per la velocizzazione della linea Pescara – Sulmona e nel programma di ripristino e potenziamento delle linee ferroviarie interessate dal terremoto del 2009.

A Bazzano fermano ogni giorno 7 treni: 3 la collegano a Sulmona, 4 a L’Aquila.

nuove fermate treni bazzano e campo di pile

L’Aquila Campo di Pile

La nuova fermata si trova nel territorio del Comune di L’Aquila, sulla linea Terni – L’Aquila.

Il progetto – nato da un precedente Protocollo d’Intesa tra MIT, Regione Abruzzo e FS – è stato in seguito sviluppato in sinergia con il comune di L’Aquila ed armonizzato agli interventi di viabilità urbana. L’investimento di RFI, che ha curato la progettazione delle opere, è stato di circa 850 mila euro.

La nuova fermata ricade nella zona commerciale più importante della città, è collegata al piazzale esterno dotato di parcheggi – che costituisce l’area di interscambio modale – attraverso scale e rampe per le persone a ridotta mobilità.

A L’Aquila Campo di Pile fermano ogni giorno 9 treni: 5 diretti a Terni, 4 a L’Aquila.

Le due nuove fermate sono dotate di marciapiedi alti 55 cm – lo standard previsto a livello europeo per i servizi ferroviari metropolitani – per facilitare l’accesso ai treni, di percorsi tattili per ipovedenti e di rampe per il superamento delle barriere architettoniche.

Sono attrezzate con pensiline per l’attesa dei viaggiatori, panchine, bacheche con quadri orari di arrivi/partenze, cestini portarifiuti ed impianti di diffusione sonora per l’informazione ai viaggiatori sull’andamento della circolazione ferroviaria.

X