IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Imprese, torna l’incubo tasse post sisma

15 milioni: a tanto ammonta l’importo delle tasse che l’Unione Europea intende richiedere alle imprese aquilane dopo la sospensione delle imposte post sisma 2009.

Una diatriba lunghissima che vede l’Unione Europa continuare a battere sul tasto degli aiuti di Stato: è stato nominato un commissario ad acta incaricato di vagliare tutte le posizioni, azienda per azienda, per recuperare le imposte.

Stamattina in Regione si sta tenendo un incontro, convocato d’urgenza dal vice presidente Lolli, con i sindaci – presente anche Pierluigi Biondi – la Camera di Commercio e le associazioni di categoria.

Ad essere coinvolte 120 imprese del cratere alle quali potrebbe venir richiesto di restituire 15 milioni di tasse sospese: fra queste anche ‘colossi’ della produttività regionale tra cui Guizza e Dompè, ma soprattutto piccole imprese che potrebbero vedersi tagliare le gambe.

L’Europa aprì la procedura di infrazione nel 2012 contro l’Italia: la sospensione delle tasse post sisma è stata interpretata come aiuti di Stato, quindi come violazione alla libera concorrenza.

Da allora si sono succedute riunioni su riunioni, con il tentativo di mediare con l’UE: ora l’obiettivo sembra quello di limitare i danni, visto che la nomina del Commissario è preludio alla richiesta di rimborso.

X