IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Lavoratori Ripam, tavolo per la stabilizzazione

Stabilizzazione per i lavoratori RIPAM a tempo determinato: è uno degli impegni che ha preso il Ministero dell’Economia nel tavolo, dedicato al personale impegnato nella ricostruzione post sisma 2009, che si è svolto stamattina.

Ne dà notizia la senatrice del PD Stefania Pezzopane.

“L’incontro di oggi, al quale hanno partecipato, oltre al coordinatore della struttura di missione Marchesi, anche rappresentanti del Ministero dell’Economia e delle Finanze e della Funzione Pubblica, il sindaco dell’Aquila Biondi, il coordinatore dei sindaci dei comuni del cratere Di Paolo e il vicepresidente della Regione Abruzzo Lolli, è stato positivo perché è servito a definire con chiarezza tutte le questioni, alla presenza autorevole di tutti i ministeri e di tutti i soggetti coinvolti”

assicura Pezzopane.

“Dalla riunione sono emerse con chiarezza due questioni.

La prima: i lavoratori della graduatoria Ripam sono a tutti gli effetti dipendenti a tempo indeterminato, con fondo permanente e stabile per la copertura degli stipendi.

Nessuno può mettere in discussione questo assunto esplicito della legge Barca e della relativa relazione tecnica. Oggi questo concetto è stato ribadito da tutti i rappresentanti dei ministeri e sarà oggetto di una circolare esplicativa. Il tavolo si è impegnato a definire in tempi brevi un percorso di chiarezza e di rassicurazione che porterà a individuare in modo preciso le sedi di lavoro dei Ripam dopo il 2023. La funzione pubblica produrrà inoltre un autorevole parere. L’obiettivo è di dare certezze a questi lavoratori e lavoratrici molto qualificati che stanno fuggendo da L’Aquila e quindi, se non dovessero essere sufficienti la circolare e il parere, lavoreremo anche ad una specifica norma di chiarimento.

La seconda questione sul tavolo è la stabilizzazione dei lavoratori a tempo determinato impegnati negli uffici speciali per la ricostruzione e nei comuni che il dl fiscale ha prorogato fino al 2020.

Anche su questo abbiamo registrato la disponibilità del governo a trovare soluzioni, in stretta collaborazione con la Ragioneria generale dello Stato, i Comuni, la Regione e le organizzazioni sindacali”.

X