IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Esce oggi Il Settimo Giorno di Luca Centi

di Alessandra Prospero

 

Esce oggi, giovedì 9 novembre, Il Settimo Giorno il nuovo romanzo di Luca Centi.

Luca Centi Pizzutilli

Dopo il romanzo storico La Donna Che Sapeva Scrivere, pubblicato nel 2015, il giovane autore aquilano torna a occuparsi di fantasy, genere letterario col quale ha esordito nel 2009, uscendo in libreria con Il Silenzio di Lenth. Dello stesso genere, anche se con venature steampunk-gotiche, anche i successivi romanzi: Il Sogno della Bella Addormentata e Il Presagio della Rosa Nera, entrambi editi da Edizioni Piemme (Mondadori).

«Si tratta di un romanzo young adult, fantasy, scritto molto tempo fa, che ha visto finalmente la luce dopo anni di riscritture» racconta Luca Centi a IlCapoluogo. «L’idea era quella di restituire al lettore una riflessione sulla spiritualità che andasse al di là della religione e dei suoi dogmi, un processo che avevo già cominciato con il mio romanzo d’esordio, Il Silenzio di Lenth».

Protagonista de Il Settimo Giorno è Alexander, un sedicenne che da mesi è rinchiuso in un ospedale psichiatrico, da quando ha cominciato a vedere i primi “abomini” come li chiama lui.

Persino i genitori l’hanno abbandonato e solo Ella, la sua amica, continua a fargli visita di tanto in tanto. Alexander se ne sta sempre lontano dagli specchi. È infatti convinto che riflettano uno strano essere androgino dai lunghi capelli biondi e due paia di ali bianchissime. Le cose, però, cambiano quando viene avvicinato da due strani medici dalle iridi scarlatte, uomini che vogliono sapere dove si trovi la “Porta” e quale sia il segreto della città di Acalia.

Alexander riuscirà a salvarsi solo grazie all’aiuto di Helis, una ragazza spuntata dal nulla e di Ella, coinvolta suo malgrado nella fuga dall’ospedale psichiatrico. Il ragazzo scoprirà presto di essere l’ultimo Veggente rimasto sulla Terra e di essere in pericolo. Ezechiel infatti, l’Arcangelo protettore dei Veggenti e dei Profeti, è sparito. Da allora tutti i suoi “figli”sono visibili agli occhi dei Demoni, bramosi di conoscere il futuro. Ma gli Angeli non possono permetterlo, per questo stanno “epurando” tutte le persone speciali. Con la morte. Bisogna attendere la fine del libro per scoprire se il ragazzo, con l’aiuto dei suoi nuovi amici riuscirà a salvarsi e ad evitare l’Apocalisse.

Luca Centi è al suo sesto romanzo e ha un’opinione ben precisa in merito alla scena editoriale attuale locale e nazionale: “In questa città ci molti autori validi che conosco anche personalmente; la distribuzione potrebbe essere più capillare, sarebbe utile per autori, lettori e distributori stessi. Per quanto riguarda il contesto nazionale ci sono troppi pochi lettori e gli autori e e il pubblico italiano ormai seguono le mode anziché anticiparle.”

Centi è un autore felicemente diviso tra scrittura e insegnamento: è docente infatti presso l’Istituto Comprensivo di Navelli la sua professione rispecchia perfettamente la sua indole. “Ho scoperto che adoro insegnare, è una vocazione“.

X