IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Una triste domenica per il rugby

Ultimo fine settimana per i campionati nazionali di rugby prima della pausa di novembre, dovuta ai test match della nazionale.

In Serie A perdono tutte le abruzzesi: L’Aquila Rugby Club a Prato, la Gran Sasso in casa con il Benevento e le Belve Neroverdi tra le mura amiche contro la capolista Montevirginio.

Agrodolce la giornata di B, che vedeva lo scontro incrociato tra le abruzzesi e le catanesi. È andata bene al Paganica con Cus Catania, mentre l’Avezzano esce sconfitto dal campo dell’Amatori. In Serie C vince solo la Polisportiva Abruzzo. Il derby tra Pescara e Polisportiva L’Aquila termina in parità mentre perde il Gran Sasso Rugby.

PAGANICA RUGBY

Agli Impianti Sportivi “Enrico Iovenitti” prima del fischio di inizio si è osservato un minuto di silenzio per Valentina Fiordigigli, prematuramente scomparsa nella giornata di ieri e molto conosciuta e amata dalla comunità paganichese.

Il Paganica torna alla vittoria contro il Cus Catania con il risultato di 32 a 14. La squadra siciliana nei primi minuti mette ai ferri corti il Paganica e va in vantaggio con una buona azione della linea veloce. Sotto 7 a 0 il Paganica si riversa nella metà campo etnea e, dopo un buon possesso palla seguito da più fasi di gioco, viola la metà catanese con Giacomo Lepidi. Sul 7 pari la partita sembra spianare la strada ai giocatori rossoneri che si portano sul 10 a 7 con un calcio piazzato di Fabio Rotellini. Il Paganica gioca a tratti ma quando riesce a dare continuità alla sua azione fa la differenza: con un preciso calcio passaggio di Fabio Rotellini all’ala Andreucci va di nuovo in meta trasformata dallo stesso Rotellini. Si conclude così il primo tempo. Nella ripresa il Paganica sembra più convinto. Entra in campo determinato a centrare l’obiettivo del bonus. Sugli sviluppi di una touche i rossoneri vanno in  meta con Ginofernando Giordani.
Sul punteggio di 21 a 7 la partita sembra chiusa: il Paganica abbassa i ritmi e consente agli avversari di minacciare più volte la propria linea di meta; proprio in una di queste occasioni il Catania riesce ad andare in meta.
La squadra di coach Rotellini reagisce e va in meta di nuovo con Antonello Anitori. Nonostante ciò gioca a tratti non riuscendo a dare continuità al proprio gioco. Ha comunque il netto controllo della partita, infatti, sfruttando un calcio di punizione assegnato dall’arbitro per un fuorigioco, con Fabio Rotellini fissa il punteggio sul 32 a 14. Con questo risultato si chiude la partita.  “Buono il risultato con i 5 punti utili per risalire la classifica”, commenta coach Rotellini, “ma non sono completamente soddisfatto del gioco dei miei ragazzi. Non abbiamo dato continuità alla manovra, abbiamo perso troppi palloni dentro la difesa e ci siamo adeguati spesso al gioco degli avversari. Su queste riflessioni lavoreremo nel mese di pausa che ci aspetta per migliorare sia gli aspetti tecnici che quelli mentali”. 
[ foto id = 74558]
foto di Marcello Spimpolo

 

GRAN SASSO RUGBY

La giornata già triste di suo per la sconfitta in casa contro il Benevento, diventa nera per la Gran Sasso quando la notizia della morte del padre dell’allenatore dei trequarti Marco Brandizzi raggiunge il gruppo. A Brandizzi e a tutta la sua famiglia va il pensiero di tutti i grigiorossi, squadra, staff, società, tifosi.

Venendo all’incontro c’è da raccontare una partita combattuta più di quanto racconti il punteggio, con Benevento bravissimo a mantenere le consegne e con un Cioffi in grande condizione che capitalizza tutto ciò che gli capita sul piede. È questo il punto sul quale batte anche il coach Lorenzetti, visibilmente contrariato: “Se non rispettiamo le consegne date vengono fuori i problemi, se questo accade quando siamo rimaneggiati ancora di più, questa partita è un passo indietro rispetto a domenica scorsa”.

Nel primo tempo la Gran Sasso spreca troppo, maul di 20 metri che si ferma a pochissimo dalla linea, meta non segnata per un piede fuori dalla linea di fondo e tanti piccoli errori che condizionano mentalmente i grigiorossi, che pure propongono un bel gioco quando riescono a portare la palla a largo. Il risultato dei primi 40’ premierebbe comunque i padroni di casa se non vi fosse una contestata meta di Moylan a tempo scaduto a portare i campani avanti 22 a 15.

gran sasso rugby

Nel secondo tempo, complice la pioggia la partita finisce in mano al Benevento, che con ripetute sequenze di  touche, maul e calcio di punizione, riesce a mantenere sempre i grigiorossi lontani dalla propria area di meta, ma l’impressione è che una segnatura dei padroni di casa possa riaprire l’incontro. Alla fine la segnatura non arriva e quasi inevitabilmente giunge, meritata, anche la quarta meta biancoazzurra da maul, che fissa il risultato sul 28 a 18.

Villa Sant’Angelo (AQ), Campo Sportivo – domenica 5 novembre

Gran Sasso Rugby v Ottopagine Benevento 18-38 (15-22)

Marcatori:p.t. 2’ mt. Notariello tr. Cioffi (0-7); 15’ cp. Cioffi (0-10), 16’ cp. Du Toit (3-10), 21’ mt. Du Toit (8-10), 34’ mt. Timossi tr. Cioffi (8-17), 38’ mt. Du Toit tr. Du Toit (15-17), 43’ mt. Moylan (15-22). 4’ st. cp. Cioffi (15-25), 10’ st. cp. Du Toit (18-25), 13’ st. cp. Cioffi (18-28), 18’ st. cp. Cioffi (18-31), 39’ st. mt. Moylan tr. Cioffi (18-38)

Gran Sasso Rugby: Du Toit, Capone, Fattore, Giampietri, Anibaldi, Lorenzetti, La Chioma (22’ st. Valdrappa), Pattuglia (31’ st. Ippoliti), Lofrese, Suarez (25’ st. Tresca sost. temporanea), Santavenere, Fiore, Milani (5’ st. Mandolini), Iezzi, Di Febo A. All. Lorenzetti

A disposizione: Tresca, Marchetti, Alfonsetti, Chiarizia

Rugby Benevento: Cioffi, Timossi, Ciarla, Petrone, Casillo, Botticella, Carluccio, Russo, Moylan, Giangregorio, Calicchio (1’ st. Ricco), Valente, Notariello, Botticella, Bosco. All. Valente

A disposizione: Marangeli,  Luciani, Giangregori, Izzo, Vallone, Palumbo

Arb. Masini

Calciatori: Du Toit (Gran Sasso) 3/4; Cioffi (Rugby Benevento) 6/7

Cartellini: 11’ st. Casillo (Benevento), 21’ st. Iezzi (Gran Sasso)

Note:  Campo in buone condizioni. Circa 140 spettatori presenti

Punti conquistati in classifica: Gran Sasso Rugby 0; Ottopagine Benevento 5

VECCHIE FIAMME OLD RUGBY

Quinta Giornata Serie C2 Vecchie Fiamme vs Teramo Rugby
Quinta giornata di campionato di serie C2 disputata sui campo del Cus a Centi Colella fra le Vecchie Fiamme
Old Rugby AsdTeramo Rugby Asd.
Su un campo reso pesante dalla pioggia, la squadra ospite passa in vantaggio al terzo minuto, mettendo a
segno una meta, con trasformazione, replicando all’undicesimo con un’altra meta questa volta senza
trasformazione. Le Vecchie Fiamme reagiscono all’uno due ed al diciottesimo finalizzano le proprie azioni
con la meta di Luigi Federico trasformata da Matteo Piccinini. Il Teramo non si fa sorprendere e torna ad
allungare il vantaggio prima della fine del primo tempo con altre due mete, delle quali la seconda
trasformata. Il primo tempo si chiude sul sette a ventiquattro per la squadra ospite. Il secondo tempo
appare più equilibrato fra le compagini. Al quaranteseiesimo le Vecchie Fiamme hanno un guizzo in fase di
mischia nella quale Federico torna a segnare una meta non trasformata. Per circa venti minuti le squadre si
affrontano a viso aperto ma il punteggio non varia fino al settantesimo quando il Teramo ha l’ultimo
sussulto dell’incontro che fissa il risultato finale sul dodici a trentuno per la squadra ospite e la prima
sconfitta in campionato per le Vecchie Fiamme.

 

Di seguito tutti i risultati della domenica ovale, dalla Serie A all’under 16, in attesa dell’omologazione da parte del giudice sportivo.

Campionato nazionale di Serie A – girone 4 / VI giornata – 5 novembre, ore 14:30

Cavalieri Prato Sesto – L’Aquila Rugby Club 17-12

Gran Sasso Rugby – Ottopagine Benevento 18-38

Campionato nazionale di Serie A femminile – gir. 2 / VI giornata – 5 novembre, h 14:30

Belve Neroverdi – Montevirginio Rugby 7-29

Campionato nazionale di Serie B – girone 4 / VI giornata – 5 novembre, ore 14:30

Polisportiva Paganica – Cus Catania 32-14

Amatori Catania – Avezzano Rugby 57-0

Campionato nazionale di Serie C – gir. E, poule 2 / VI giornata – 5 novembre, ore 14:30

Banca Macerata Rugby – Gran Sasso Rugby 31-6

Polisportiva Abruzzo – UR San Benedetto 16-7

Campionato nazionale di Serie C – gir. G, poule 2 / VI giornata – 5 novembre, ore 14:30

Pescara Rugby – Polisportiva L’Aquila Rugby 25-25

Campionato regionale di Serie C / V giornata – 5 novembre, ore 14:30

Rugby Urbino – Rugby Tortoreto 5-15

Dinamis Falconara – R. Sulmona 1967 12-10

Vecchie Fiamme Old Rugby – Amatori Teramo 12-31

Riposano: Cus Ancona e Fermo Rugby

Campionato élite U18 / IV giornata – 5 novembre, ore 12

Polisportiva L’Aquila Rugby – Ottopagine Benevento 26-39

Avezzano Rugby – Roma Legio Invicta 25-57

Camp. Interregionale U18 Lazio-Abruzzo – gir. 3 / IV giornata – 5 novembre, ore 14:30

Polisportiva Paganica – Frascati Rugby Club 0-73

Camp. interregionale U18 Marche-Abruzzo – gir. 2 / IV giornata – 5 novembre, ore 12:30

Polisportiva Abruzzo – Amatori Ascoli 12-72

Adriatica Rugby Club – UR San Benedetto 43-27

Campionato élite U16 / IV giornata – 5 novembre, ore 11

Polisportiva L’Aquila Rugby – Ottopagine Benevento 17-10

Camp. interregionale U16 Lazio-Abruzzo – gir. 2 / IV giornata – 5 novembre, ore 11

Rugby Experience – Avezzano Rugby 17-15

Arieti Rieti – Polisportiva Paganica 20-0 a tavolino (rinuncia Paganica)

Camp. interregionale U16 Marche-Abruzzo – gir. 2 / IV giornata – 5 novembre, ore 11

Polisportiva Abruzzo – Legio Picena San Benedetto 27-29

Adriatica Rugby Club – Rugby Sambuceto 10-26

Rugby Tortoreto – Rugby Potentia 31-17

X