IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Ferrovie asfalta il Ponte Romano di Campana

Gli abitanti di Campana uniti per dire no alla cementificazione del passaggio a livello.

Il progetto della chiusura dei passaggi a livello di Ferrovie dello Stato è arrivato a Stiffe e a Campana, i due borghi a vocazione turistica caratterizzati uno dalle famose Grotte e l’altro dal Ponte Romano del I secolo d.C..

Ferrovie dello Stato ha presentato ai sindaci dei comuni, interessati all’intervento, un progetto di realizzazione di un sottopasso unico tra Campana e Stiffe, con la chiusura dei due passaggi a livello, come già realizzato a Onna e a San Gregorio.
Per quanto riguarda Campana il problema di sicurezza riguarda un aspetto tecnico relativo al sensore di chiusura del passaggio a livello che è posizionato a Beffi e che, per i treni che provengono da Sulmona, chiude il passaggio per 18 minuti.

campana

Più di una volta i sanitari del 118 sono rimasti bloccati, mettendo a rischio vite umane.
Ferrovie dello Stato si rifiuta da anni di spostare la centralina da Beffi a Fontecchio, che ridurrebbe la chiusura a 5 minuti, perché l’intervento costerebbe a Ferrovie dello Stato più di 100mila euro e, ora forte di fondi europei, propone ai residenti questa improbabile soluzione.

Il Ponte Romano ‘asfaltato’ da Ferrovie.

campana

«L’impatto ambientale è considerevole per il paese – commenta Francesco D’Amore, sindaco di Fagnano Alto che, venuto a conoscenza lunedì scorso del progetto di pertinenza della frazione di Campana ha convocato tutti i residenti del Borgo per capire come affrontare la cementificazione del passaggio a livello.
Il Ponte Romano, che caratterizza l’ingresso del borgo medievale di Campana, con la cementificazione dell’odierno passaggio a livello diventerebbe un rudere abbandonato.

L’intero borgo di Campana verrebbe stravolto da questo intervento.

Il sindaco D’Amore, subito dopo l’insediamento nel 2016, ha reperito i fondi per la realizzazione di una viabilità temporanea e alternativa, parallela al fiume che colleghi Campana a Stiffe. 1 milione di euro per la costruzione di una strada ad una corsia fino a Stiffe per i camion impegnati nella ricostruzione del Borgo.

campana
campana

Questo offrirebbe una soluzione temporanea anche per la sicurezza.
A giugno 2016 il sindaco D’Amore, insieme al sindaco di San Demetrio e a quello di Villa Sant’Angelo, ha scritto una lettera di denuncia al Prefetto di L’Aquila per denunciare lo stato di pericolosità dei tre passaggi a livello della tratta ferroviaria Sulmona – L’Aquila, dopo che un uomo aveva perso la vita e l’ambulanza era rimasta bloccata alle sbarre di Stiffe, con la centralina a Beffi che chiudeva il passaggio a livello 18 minuti a Campana, 20 a Stiffe, 23 a Sant’Eusanio. A Stiffe il problema è stato risolto, a Campana no.

A seguito di questo, il Prefetto dell’Aquila ha chiesto a Ferrovie un intervento di messa in sicurezza della viabilità, a cui Ferrovie ha risposto sposando il progetto Europeo di chiusura dei passaggi a livello.  Il dottor Massimo Mezzabotta, responsabile territoriale della Rete Ferroviaria Italiana, ha ritenuto dare precedenza come lavori ai passaggi a livello di Stiffe e Campana, assicurando i lavori nello stesso anno 2017. Il Genio Civile avrebbe dato delle prescrizioni al progetto del sottopasso che dovrebbe andare a 4 metri e mezzo sotto il livello della strada, con un troppo pieno sulla sponda destra del fiume. Per l’opera Ferrovie dello Stato ha reperito 1.400 milioni di euro da fondi europei, con buona pace della Soprintenda delle Belli Arti e l’ente Parco che hanno, supini, avvallato il tutto.

campana

Il sottopasso a Onna o a San Gregorio non hanno lo stesso impatto ambientale che avrebbe l’intervento nella valle dell’Aterno che ospita i borghi medievali di Stiffe e Campana. Bazzano, San Gregorio e Onna sono zone cementificate, estensione della zona industriale dell’Aquila, dove le opere realizzate non hanno impattato in modo significativo. Altro sarebbe realizzare un’opera di cementificazione di questa portata sull’asse del fiume Aterno a vocazione turistica, con uno stupendo borgo medievale, un ponte di 2000 anni, un parco difeso da 25 anni, una pista ciclabile ed una natura incontaminata.

Il controsenso dell’intervento di cementificazione del Passaggio a Livello appare lampante di fronte alla Regione Abruzzo che investe fondi sul potenziale turistico dei territori interni, con cui proprio a Campana sono stati organizzati mercatini ed iniziative.

Da una parte si potenzia l’attrattività di un territorio e dall’altra si cementifica.

 

X