Quantcast

Ospedale, l’addio di Galzio

Il professor Renato Galzio non lavora più all’ospedale San Salvatore dell’Aquila.

Dopo le voci che si sono rincorse per tutta l’estate e che lo volevano prossimo al trasferimento a Pavia, da dove avrebbe ricevuto una offerta irrifiutabile, è avvenuto nelle scorse ore l’addio del luminare della neurochirurgia al reparto che guidava da anni.

Moltissimi i pazienti e i colleghi che lo hanno salutato: in questi anni il reparto di Neurochirurgia è stato attraversato da migliaia di pazienti provenienti da tutta Italia e attirati proprio dalle capacità del professor Galzio.

A Pavia Galzio è risultato vincitore di un concorso.

Il nome del professor Renato Galzio è legato anche alle polemiche sul ‘doppio reparto’ di Neurochirurgia all’Aquila e ad Avezzano: vicenda che lo portò, nel luglio del 2016, alle dimissioni, poi ritirate.

[Galzio, il Ronaldo costretto a giocare con Pellè]
Si apre ora il totonomi per il successore di Galzio alla guida del delicatissimo reparto aquilano: fra i papabili, si pensa al dottor Alessandro Ricci, per tutti questi anni molto vicino a Galzio sia al San Salvatore che all’ospedale di Teramo, da dove proveniva il professore