IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Tornimparte, l’arte della lana

L’Associazione Culturale Rocca San Vito di Tornimparte non smette mai di stupire. Dopo i successi conseguiti negli anni per la “mietitura” e la “trebbiatura”, ha voluto finanziare un ambizioso progetto per tramandare ai posteri le attività artigianali che hanno caratterizzato, negli anni, l’economia della comunità agricolo pastorale di Tornimparte.

Il progetto, sottoposto all’attenzione del Dirigente Scolastico e delle Docenti della Scuola Primaria “Gigante Porto” e della Scuola Secondaria di Primo Grado “J. Verne”, è stato raccolto con particolare entusiasmo.

La Scuola ha immediatamente provveduto alla corretta informazione e sensibilizzazione dei ragazzi che, senza esitazione, si sono messi a disposizione. Sulla scorta delle dovute indicazioni del corpo Docente hanno iniziato a raccogliere tutti gli elementi utili per la realizzazione di un progetto bello, interessante, stimolante e utile.

Nel corso dell’anno scolastico 2016/2017 il progetto è stato redatto in tutte le sfaccettature e, in via prioritaria, è stato presentato al Presidente dell’Associazione Rocca San Vito, il quale, tra mille difficoltà di carattere economico, è riuscito a trovare le risorse finanziarie per la stampa di un bellissimo volumetto, corredato, tra l’altro, anche di un video che ha saputo rendere vivo e percettibile il complesso lavoro svolto dai ragazzi.

Sabato 28 scorso, nella sede della Scuola “J. Verne” di Tornimparte, è stata organizzata la cerimonia per la presentazione del libro “L’Arte della Lana”. Il Presidente dell’Associazione Rocca San Vito, Gabriele Coccia, ha invitato il Sindaco di Tornimparte Carnicelli, Angelo De Nicola, coordinatore dell’evento, Gilberto Marimpietri. Dirigente Scolastico e Fulgo Graziosi, relatore.

Gabriele Coccia ha illustrato ampiamente l’idea e il lavoro svolto per portare a termine l’impegnativo lavoro, congratulandosi con i ragazzi, con le Insegnanti e con il Dirigente Scolatico per l’impegno profuso e necessario per poter portare a termine il progetto. Anche il Sindaco Carnicelli ha voluto sottolineare che il volume realizzato dai ragazzi e dalla Scuola merita tutta l’attenzione del caso, perché esso costituisce una traccia del passato che non tutti conoscono. In chiusura dell’intervento ha voluto portare il saluto e la riconoscenza personale e dell’intero Consiglio Comunale, assicurando che il lavoro svolto sarà tenuto in evidenza e in debita considerazione dall’Amministrazione Comunale.

Angelo De Nicola ha detto di essere stato colpito dalla singolarità delle interviste svolte dagli scolari, giornalisti in erba, che hanno coinvolti diversi ex pastori e contadini della zona, che hanno fornito loro interessanti notizia e materiale utile alla composizione del libro. Ha voluto elogiare, inoltre, l’impegno e la professionalità delle Insegnanti, che hanno saputo formare e indirizzare i ragazzi nella razionale organizzazione del lavoro.

Gilberto Marimpietri, giovane Dirigente Scolastico, non ha potuto celare tutta la soddisfazione nel vedere definitivamente concretizzato il progetto che, inizialmente, si era presentato come un arduo compito da realizzare. Ma, ha soggiunto, con la massima dedizione delle Insegnanti e con la passione profusa dai ragazzi, la Scuola si è arricchita di un prezioso lavoro che potrà essere di stimolo per le prossime generazioni.

Non sono mancati i complimenti di Domenico Fusari, Presidenti della Locale Pro Loco, che da anni si adopera per far conoscere tutte le potenzialità artistiche, artigianali, sociali e turistiche di cui è dotato il territorio di Tornimparte.

Fulgo Graziosi ha offerto un analitico spaccato dei contenuti del libro, ponendo in evidenza la razionalità e la precisione con cui è stato redatto. Il lavoro, ha proseguito Graziosi, ha preso in esame tutte le attività che portano alla realizzazione del prodotto finito: la lana.

I ragazzi, opportunamente indirizzati dai Docenti Rosone, Negrini, Arrigoni, Rotili, Azzarone, Gargaglione, Molinaro e Fabi, si sono mossi sul territorio, raccogliendo utili documenti antichi, informazioni, particolari e fotografie, descrivendo con molta attendibilità le fasi dell’allevamento ovino, la coltivazione dei terreni, le attrezzature per lavorazione del latte, la tosatura delle pecore, il lavaggio della lana, la cardatura, la filatura, la colorazione della stessa con tinte naturali e chimiche, fino alla tessitura e alla lavorazione a maglia per la realizzazione di manufatti.

I ragazzi, ha proseguito il relatore, hanno fatto riferimento, marginalmente, alla transumanza, anche se a Tornimparte non veniva eseguita per effetto della esiguità dei capi ovini presenti in ogni famiglia.

Graziosi ha concluso congratulandosi con i ragazzi, con i Docenti, con il Dirigente Scolastico, con il Sindaco e con Gabriele Coccia, invitandoli a proseguire nell’azione fondamentale della informazione e della conoscenza del passato, perché non conoscendo il passato non si può programmare e progettare il futuro. La serata si è conclusa con una cena, organizzata nella palestra scolastica, per la raccolta dei fondi necessari per una nuova, imminente iniziativa.

X