IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Sport

VerdeAqua, la Giordani rivendica la gestione

La Giordani ribadisce la titolarità della gestione di Verdeaqua. Pronto il ricorso al Tar. Antonello Passacantando vice presidente della Cooperativa.

La Società Cooperativa Verdeaqua Smile ribadisce a gran voce la titolarità della gestione dell’impianto sportivo di Santa Barbara, illustrando, in una conferenza stampa convocata per la mattinata odierna, tutti i nodi da sciogliere al fine di dirimere questa intricata situazione.

Durante la conferenza, la Presidente della cooperativa, Sandra Giordani, ha riepilogato in maniera dettagliata tutte le vicende, amministrative e legali, che riguardano la VerdeAqua Smile fino alle ultime dichiarazioni pubbliche che promanano dall’assessorato allo Sport ad essa relative.

VerdeAqua

Accanto alla presidente, questa volta, c’era seduto il vicepresidente della cooperativa Antonello Passacantando, coordinatore regionale sportivo dell’Ufficio Scolastico, entrambi hanno manifestato amarezza e preoccupazione per l’attuale situazione venutasi a creare e per cui il Comune non riconoscerebbe la piena e regolare titolarità della gestione dell’impianto a causa della morosità della Verdeaqua. Morosità, a fronte della quale, la Giunta a settembre scorso ha adottato due delibere (le nn.411 e 412) con cui, di fatto, procede alla revoca in autotutela della delibera del 22 agosto 2016 con cui la Cooperativa otteneva una riformulazione del mutuo contratto per riqualificare, ammodernare ed ampliare il Centro Sportivo e nuove tariffe per l’uso dello stesso.

La Giordani e la cooperativa tutta lamentano il fatto che nel mese di settembre l’assessore Piccinini abbia interpellato le società di nuoto che operano nel Centro sportivo per un sondaggio della loro disponibilità a gestire il Centro e abbia escluso tout court la VerdeAqua Smile, vista la sua morosità. La presidente Giordani intende proporre ricorso al Tar avverso le due delibere, soprattutto con l’intento di salvare i 70 lavoratori che dipendono dalla cooperativa e soprattutto la ormai consolidata realtà sociale di rispetto e di integrazione della disabilità all’interno della stessa.

X