IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Il Liceo Musicale scende in piazza

Allievi, genitori e docenti del liceo musicale dell’Aquila scenderanno in piazza Duomo venerdì 6 ottobre alle 17 in un flash mob di protesta contro il taglio delle ore di lezione di strumento nei licei musicali voluto dal Ministero dell’Istruzione.

Analoghe iniziative si svolgeranno nelle piazze di molte città d’Italia dove sono presenti licei musicali.

“Quella portata avanti da genitori, studenti e professori del liceo musicale – scrivono in una nota – è una battaglia sul diritto allo studio: a giugno, per ottenere un risparmio sugli organici dei docenti, il Miur aveva deciso di tagliare le ore settimanali di lezione individuale di esecuzione e interpretazione, portandole da tre a due. In questo modo si sottraggono agli studenti 33 delle 99 ore annuali di strumento previste dal piano di studio del biennio”.

“Con lo slogan #noivelesuoniamo – spiegano i promotori – vorremmo riempire le piazze d’Italia per sensibilizzare i cittadini sulla gravità dei tagli alla cultura e sull’importanza di vedere restituite le ore tagliate per decisione ministeriale. Vogliamo anche lanciare un messaggio a chi ama la musica e la vive come un linguaggio universale che unisce, sviluppa le coscienze e nobilita gli animi”.

Lo scopo del flash mob è anche quello di spedire un messaggio al ministro Fedeli: “Crediamo che una lezione mancata sia sempre un’occasione perduta, un’opportunità sottratta, un riconoscimento mancato – proseguono i genitori -. Vorremmo spedire note e armonie alla Fedeli che nonostante le richieste di incontro non ha mai ricevuto la nostra delegazione, e farla riflettere sull’impatto del taglio sulla formazione dei ragazzi del biennio, in una fascia di età che ricade ancora nella scuola dell’obbligo dove è necessario salvaguardare il diritto allo studio sancito dalla Costituzione”.

X