IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio, Battistini: “Vittoria per L’Aquila Rugby”

Commenti post gara, Battistini: “Vittoria dedicata a L’Aquila Rugby. Mi auguro ci siano chiarimenti nello sport”. Pupeschi: “Il goal? Un premio per me, lo dedico alla squadra. Noi non molliamo”

Di Claudia Giannone

Post partita per mister Battistini: dopo la vittoria contro l’Olympia Agnonese, nel match terminato 2-1, il tecnico esprime tutta la propria felicità, ma con il pensiero sempre rivolto alla difficile situazione de L’Aquila Rugby.

“Ne approfitto per dedicare questa vittoria a L’Aquila Rugby. Dobbiamo tutto questo anche a loro, i ragazzi hanno rispettato ed onorato l’impegno. Loro erano tosti, daranno molti problemi. Era una partita rischiosa, abbiamo sofferto un po’, ma siamo riusciti a fare ciò che volevamo. Padovani non era al massimo in settimana, ma ha fatto grandi cose. Mi dispiace solo per quei cinque minuti di assenza, l’unica pecca”.

“Questo è ciò che noi giocatori vogliamo, che tutti diano il loro contributo, che partano titolari o dalla panchina. Il mio messaggio? Spero che presto ci siano chiarimenti per noi e per lo sport in generale. Per noi, è uno sport e una passione. Dal punto di vista sociale, lo sport può dare tanto. Non bisogna mollare”.

Giunge in sala stampa anche l’autore del secondo goal, Niccolò Pupeschi.

“Fino al 92′, abbiamo fatto una partita perfetta, ma sono più arrabbiato per il goal preso che per quello segnato da me. Ma anche questo ci deve servire. Non possiamo essere perfetti. La partita di oggi ha rappresentato un segnale importante. Ci auguriamo che il futuro sia più sicuro, inutile nasconderlo. Il goal? È un premio per me, per essere rimasto qui. Lo dedico alla squadra, noi siamo qui e non molliamo. Noi ci siamo veramente. Non sappiamo dove arriveremo, ma non molleremo”.

Candido Bucci, tecnico dell’Olympia Agnonese, chiude il giro di interviste, con un po’ di amarezza.

“Sapevamo che L’Aquila fosse una corazzata. La qualità del singolo viene sempre fuori. Abbiamo spento la luce per dieci minuti, l’abbiamo riaccesa alla fine, ma non è bastato. Il rigore ci ha tagliato le gambe, il secondo goal ha fatto la differenza”.

X