IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Thales Alenia Space preoccupa i sindacati

Thales Alenia Space si apre al mercato privato a seguito della drastica diminuzione delle commesse statali e preoccupa i sindacati aquilani.

“C’è stata l’informativa aziendale rispetto all’articolo 8 sull’andamento dell’anno in corso e le previsioni del prossimo biennio”, spiega al Capoluogo Giampaolo Biondi, responsabile provinciale di Fim Cisl. “Le commesse in portafoglio per il 2018 sono poche. C’è la possibilità di ipotetici lavori che potrebbero essere acquisiti ma la preoccupazione è che per il 2018 si possa parlare di cassa integrazione per qualche lavoratore. Senza contare i possibili effetti sulle aziende come l’Hi-tech, che lavorano in collaborazione con Thales”.

Nello stabilimento aquilano di Thales Alenia Space lavorano circa 260 tra ricercatori e tecnici specializzati. La nuova sede, un complesso di oltre 16mila metri quadri, è stata inaugurata nel 2013. La prestigiosa azienda, del gruppo Leonardo-Finmeccanica, ha sempre lavorato prevalentemente su commesse statali, sempre più in diminuzione. E’ per questo che ha intenzione di aprirsi al mercato privato partecipando ai bandi:

“I primi appuntamenti – spiega Fim Cisl – saranno nel prossimo mese di ottobre in Corea e subito dopo in Turkmenistan e saranno il banco di prova della solidità italiana affermata dalla Presidenza aziendale. Nel caso di fallimento il rischio di ricadute sulle varie sedi del gruppo sarebbe pressoché imminente già nel 2018. Come sindacato, pur apprezzando lo sforzo nel tentativo di cambiare la linea aziendale, siamo molto preoccupati per la riuscita delle acquisizioni commerciali e per quello che comporterebbe a livello locale”.

“Riguardo le gare in Corea e in Turkmenistan – spiega Biondi – sembrerebbe ci siano buone possibilità di vincere. Ce lo auguriamo tutti”.

Sulle possibili conseguenze della chiusura di Intecs su Thales, Biondi tranquillizza: “Le commesse in comune da portare a termine sono scarse, non c’è da preoccuparsi”.

X