IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Piano Sociale, le commissioni approvano

“Oggi, in terza e quarta commissione, è stato discusso il piano sociale distrettuale del Comune dell’Aquila che è stato approvato sia con i voti dei consiglieri di maggioranza che con quelli dell’opposizione. Adesso si attende il passaggio in Consiglio comunale”.

Ad annunciarlo è l’assessore alle Politiche sociali del Comune dell’Aquila Francesco Bignotti.

L’Aquila e il suo comprensorio, infatti, hanno a disposizione 850mila euro per il sociale stanziati dalla Regione: ma senza l’approvazione del Piano da parte del Comune la situazione si complica. La sua approvazione va fatta entro il 30 settembre, pena la perdita degli 850mila euro stanziati dalla Regione.

[Piano Sociale, ritardi e fondi a rischio]

“Si tratta di uno strumento che ha visto una lunga gestazione, iniziata nell’ottobre 2016 e conclusasi una decina di giorni fa con un’ultima riunione del gruppo di piano, in cui sono state potenziate alcune azioni a favore delle famiglia e dei micro-contesti urbani” spiega Bignotti che aggiunge: “Plaudo a questo gesto di responsabilità dei consiglieri, che hanno approvato il piano nelle due commissioni in cui è stato discusso. E’ importante capire che il piano distrettuale è uno strumento complesso, finalizzato alla tutela di tutte le fragilità sociali, e che deve rispettare le linee guida degli enti sovraordinati, nel quale i margini di manovra sono esigui”.

“In questi due mesi – spiega l’assessore – si è riusciti, in ogni caso, a dare un primo segnale: incrementare il sostegno alle famiglie partendo dall’educazione dei ragazzi e dal loro sviluppo culturale. Nel piano, infatti, è prevista la possibilità di realizzare due centri socio-educativi per bambini ed adolescenti, si potrà analizzare ed intervenire in quei micro-contesti urbani in cui emergono specifici bisogni legati al vivere quotidiano ed infine è stato contemplato l’accesso ai contributi per frequentare teatri, cinema, e corsi formativi.”

“L’ attenzione – continua Bignotti – continua ad essere rivolta al problema delle ore di assistenza scolastica che la Regione ha fissato ad un massimo di 15 settimanali, quando prima si poteva arrivare fino anche a 20. Nei prossimi giorni sarà convocato un tavolo istituzionale con la Regione Abruzzo per trovare una soluzione condivisa.”

Nei prossimi giorni, ha annunciato l’assessore Bignotti, sarà convocata anche una conferenza stampa in cui verrà illustrato alla cittadinanza il contenuto del Piano sociale distrettuale.

X