IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Notte dei Ricercatori: il programma

di Andrea Giallonardo

È stato ufficialmente presentato il programma della terza edizione della Notte dei Ricercatori, una manifestazione che il 29 settembre porterà nel centro storico dell’Aquila una ventata di vitalità e cultura.

L’ evento dovrebbe svolgersi dalle prime ore del pomeriggio fino a notte inoltrata ma sulla scia dei successi passati, è stato esteso anche alla mattinata del 29. Questo per coinvolgere i ragazzi delle scuole superiori che avranno a disposizione una serie di iniziative, tra laboratori didattici, seminari e mostre, dedicate proprio a loro.

notte dei ricercatori

Di seguito il programma completo degli eventi:

 

Programma StreetScience2017

PROGRAMMA SHARPER 2017-1

Presso la Villa Comunale le scolaresche potranno avvicinarsi ai segreti delle costellazioni e degli astri mentre nella sede del GSSI potranno realizzare modellini di animali con i Lego Wedo 2.0, muovendo così i primi passi nel mondo della programmazione e della robotica. Inoltre, con i kit Lego EV3, potranno costruire dei Rover in scala funzionanti, identici a quelli utilizzati per le missioni spaziali.

A Palazzo Fibbioni Francesco Visini, ricercatore impegnato nella realizzazione di una nuova mappa sismica dell’ Italia, illustrerà ai ragazzi tutte le fake news e le false credenze legate ai terremoti insegnando loro a distinguere tra vera scienza e cialtroneria. Al termine del seminario sui terremoti ve ne sarà un altro che parlerà della materia oscura dell’universo e degli esperimenti compiuti per studiarla nei laboratori del Gran Sasso.

Monologhi teatrali ed esibizioni di giocoleria metteranno in parallelo, presso l’Auditorium del Parco, i contenuti della meccanica e le esibizioni acrobatiche; successivamente si parlerà di eruzioni e terremoti con il vulcanologo siculo tedesco Boris Behncke.

Gli appassionati di film polizieschi potranno invece apprendere gli ultimi sviluppi nel campo delle scienze e delle tecniche investigative compiuti dal RIS dell’ Arma dei Carabinieri presso l’Auditorium Sericchi mentre al Palazzetto dei Nobili i giovani studenti verranno avvicinati al mondo dell’editoria. Saranno più di mille gli alunni delle scuole di ogni ordine e grado che avranno l’opportunità di incontrare il mondo scientifico in maniera sia divertente che istruttiva.

In mattinata, alla presenza del conduttore ed attore Diego Bianchi, è prevista anche l’inaugurazione di Palazzo Camponeschi, la cui ristrutturazione è recentemente terminata.

Per i più grandi le attività inizieranno nel primo pomeriggio: nella sede del GSSI i più creativi avranno l’opportunità di creare piccoli robot utilizzando componenti elettrici e materiali di recupero, si potrà inoltre camminare e ballare su un materiale liquido oppure improvvisarsi detective per scoprire l’autore di un misterioso omicidio.

A Piazza Duomo i segreti dei terremoti saranno svelati dai ricercatori del Centro Nazionale Terremoti e dell’ INGV mentre gli ammiratori di Heinstein scopriranno i vari aspetti delle quattro forze fondamentali che regolano l’universo. Vi saranno poi dimostrazioni circa le leggi di gravità, il restauro dei beni culturali e gli interventi di primo soccorso.

Polizia di Stato, Carabinieri, Vigili del Fuoco e Croce Rossa mostreranno i mezzi e le competenze di cui si avvalgono ogni giorno per garantire la sicurezza, tutelare i beni culturali, difendere il territorio e salvare vite.

Al calar della sera gli astronomi dell’ Osservatorio d’Abruzzo guideranno gli interessati alla scoperta della luna e dei pianeti, si cercherà inoltre di stabilire un contatto video con Paolo Nespoli, l’astronauta italiano in servizio presso la Stazione Spaziale Internazionale.

Presso il Nero Caffè si potrà prendere un aperitivo mentre il Dott. C. Evoli ripercorrerà i primi istanti di vita dell’ universo.

Queste sono solo alcune delle innumerevoli attrazioni che si potranno trovare in centro storico durante l’intera giornata del 29 settembre, quanto alla APP che sarà messa a disposizione si chiamerà Notte dei ricercatori AQ e sarà disponibile in due versioni. La prima sarà di aiuto agli organizzatori per coordinarsi con il personale della Protezione Civile nella gestione del flusso di persone da e verso i vari punti di intrattenimento mentre la seconda versione potrà essere utilizzata dai visitatori per essere costantemente informati circa orari e location degli eventi e condividere sui social le informazioni più utili. Potranno inoltre essere selezionati fino a cinque eventi preferiti.

L’ assessore alla cultura Sabrina Di Cosimo ha espresso grande soddisfazione per questa terza edizione della Notte dei Ricercatori: “Come assessore alla cultura sono contenta che il mondo della ricerca invada il centro storico, il coinvolgimento dei ragazzi delle scuole è importante perché le persone vanno stimolate fin da giovanissime ad informarsi, sognare ed inventare”.

Anche la rettrice Paola Inverardi si è detta soddisfatta: “Il fatto che questa manifestazione sia giunta alla terza edizione mostra come ormai la ricorrenza della Notte dei Ricercatori sia diventata un tratto distintivo della città che sta rinascendo.”

X