IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Sport

Tiro a segno L’Aquila: qualifiche nazionali

7 atleti provenienti da varie categorie e discipline di tiro conquistano le classifiche nazionali.

L’impegno e la tenacia sono spesso ricompensati.
E’ il caso della Sezione dell’Aquila del Tiro a Segno Nazionale che, seppur malconcia dalle vicissitudini del sisma, a due anni dalla ripresa a pieno regime delle attività sportive ed agonistiche è riuscita con sacrificio e passione a portare avanti, sin nelle classifiche nazionali, 7 atleti provenienti da varie categorie e discipline di tiro.
Si tratta di:
Cristiano Rampini, cat. Allievi Pistola Aria Compressa 10 metri, in Finale Nazionale a Roma;
Erica Colantoni, cat. Juniores Donne Pistola Aria Compressa 10 metri, in Finale Nazionale a Roma;
Antonio Sabatini, cat. Master Uomini Pistola Grosso Calibro, in Finale Nazionale a Milano;
Giulio Borsi e Massimiliano Micozzi, cat. Target Sprint, in Finale Nazionale a Bolzano;
Maria Giulia Antonelli e Leonardo Franchi, cat. Ragazzi, in rappresentanza del Comitato Regionale
Abruzzo, alla Finale Nazionale Trofeo CONI a Senigallia.
I nostri tiratori dovranno misurarsi con i migliori atleti italiani, impegnandosi a tenere alti la reputazione sportiva ed i colori cittadini.
I risultati fin qui raggiunti, impensabili sino a qualche tempo fa, sono la conseguenza di un lungo, serio ed appassionato impegno degli sportivi nonché dei tecnici preparatori a loro supporto, sempre guidati e sostenuti dall’ottima governance e management dell’attuale Consiglio e dello Staff d’Amministrazione della Sezione di Tiro a Segno Aquilana.
Infine, non possono essere omessi un plauso ed una menzione per la Squadra di Tiro Rapido Sportivo che, già al primo anno di attività e partecipazione, ha sfiorato l’ambitissima qualificazione alla Finale Nazionale (40 posti) classificandosi al 48° gradino con Massimiliano Amicarella ed al 45° gradino con Vincenzo Coros.

X