IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Morrone e Goriano, situazione drammatica

È un dramma senza fine: gli incendi che da dieci giorni stanno devastando il Morrone, ai quali si aggiungono quelli scoppiati ieri sul fronte del Sirente, stanno isolando intere comunità e territori.

incendio goriano sicoli
incendio goriano sicoli
incendio goriano sicoli
incendio goriano sicoli

Il fuoco da Raiano e Prezza corre su per il crinale della montagna ed è arrivato alle porte di Goriano Sicoli, costringendo il sindaco Marganelli alla chiusura della SP9 “La Costa”, l’unica strada che al momento – vista la chiusura per lavori delle Gole di San Venanzio – collega la Valle Subequana con l’area peligna.

Muore la Valle Subequana, isolata da 70 giorni

aggiornamento delle 10 del 31 agosto

La strada è stata riaperta: al valico di Goriano Sicoli la situazione è migliorata.

goriano sicoli incendio

Il fumo è sempre alto ma grazie all’incessante lavoro – anche notturno – dei gruppi di Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco l’incendio è stato arginato, consentendo la riapertura di una strada cruciale per pendolari ma anche in un’ottica di soccorsi.

Alle 19 di ieri era stata fatta evacuare dai soccorsi la zona del Colle delle Vacche: le fiamme si sono levate altissime, costringendo volontari e Vigili del Fuoco ad una precipitosa ritirata. La mattina dopo, però, la sorpresa, nel disastro: il rifugio caro a moltissimi abruzzesi è salvo.

incendio colle delle vacche distrutto rifugio
incendio colle delle vacche distrutto rifugio

Il rifugio dopo il passaggio del fuoco

rifugio colle delle vacche scampato all'incendio
rifugio colle delle vacche scampato all'incendio

Sul fronte di Secinaro, l’incendio pare sotto controllo anche grazie al continuo lancio di acqua da parte dimezzi aerei.

La situazione resta da tenere sotto controllo: in caso tornasse ad alzarsi il vento, i focolai potrebbero riprendere vigore. Sul posto Vigili del Fuoco, militari dell’esercito e gli instancabili volontari della Protezione Civile e gli abitanti del luogo. Continua, ad ogni modo, a procedere in direzione Goriano Valli, lontano dalle abitazioni.

Rinviata la riunione prevista per questo pomeriggio a Fagnano di tutti i sindaci del Parco e non proprio a seguito dell’acuirsi dell’emergenza incendio sul fronte di Goriano.

L’intervista al sindaco di Fagnano e presidente della Comunità del Parco regionale Sirente Velino Francesco D’Amore.

 

Intanto restano gravi le condizioni del volontario di Protezione Civile ferito durante le operazioni di spegnimento del rogo del Morrone. Una pietra, staccatasi da un albero andato in fiamme, lo ha colpito in testa la sera di lunedì: trasportato d’emergenza al San Salvatore, era stato operato per ridurre l’emorragia cerebrale ma non è ancora del tutto fuori pericolo, nonostante l’ottimismo iniziale. È in coma farmacologico.

LE FORZE IN CAMPO

La Sala Operativa Abruzzo dei Vigili del Fuoco, comunica che sono attualmente attivi sul territorio della Regione Abruzzo incendi boschivi che interessano le seguenti località: SULMONA-MARANE-BADIA, L’AQUILA: area percorsa dal fuoco: oltre 450 ettari quota: 600-1800 mt s.l.m. orografia della quota: area parco nazionale, collinare, montana, impervia. mezzi aerei presenti: n. 3 Canadair che hanno effettuato un totale di n. 92 lanci di 5.600 lt. di acqua di portata ciascuno; un elicottero S-64 Erickson che ha effettuato 43 lanci di 9.000 lt. di acqua di portata ciascuno. squadre a terra: 16 vigili del fuoco muniti di 2 autopompe e di 2 pickup; 19 volontari di P.C. muniti di 4 pickup; n. 10 Carabinieri-Forestali; n. 20 militari dell’E.I: stato dell’incendio: attivo. PACENTRO, L’AQUILA: area percorsa dal fuoco: 500 ettari. quota: 700-1600 mt s.l.m. orografia della quota: area parco nazionale, collinare, montana, impervia; squadre a terra: 10 vigili del fuoco muniti di 2 autopompe e di 2 pickup; 6 volontari di P.C. muniti di 2 pickup; n. 15 militari dell’E.I. stato dell’incendio: attivo. PREZZA-RAIANO, L’AQUILA: area percorsa dal fuoco: 100 ettari; quota: 700 mt s.l.m. orografia della quota: collinare, parco regionale. mezzi aerei presenti: un elicottero AB412 che ha effettuato 60 lanci della portata di 900 lt, per ogni lancio. squadre a terra: 19 vigili del fuoco muniti di 2 autopompe, 2 pickup; n. 10 volontari di P.C. muniti di n. 4 pickup; n. 15 militari dell’E.I. Stato dell’incendio: sotto controllo. TIONE DEGLI ABRUZZI, L’AQUILA: area percorsa dal fuoco: 100 ettari quota: 800-1000 mt s.l.m. orografia della quota: collinare, impervia. squadre a terra: 22 vigili del fuoco muniti di 3 autopompe e di 2 pickup; 6 volontari di P.C. muniti di 2 pickup; n. 15 militari dell’E.I: stato dell’incendio: sotto controllo.

 

X