IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

La forza delle donne, ecco le tedofore

di Francesca Marchi

La fiaccola del Fuoco del Morrone ha raggiunto alle 19 la sua prima “casa” aquilana.

La penultima tappa è la Basilica di Collemaggio, dove il primo Giubileo della storia ebbe inizio 723 anni fa.

Sono quattro donne le tedofore di quest’anno – Stephanie Hibo, Enrica Martini, Deborah Mazzeschi e Irene Moroni – che tra qualche ora porteranno la fiaccola fino alla Basilica di San Bernardino dove la Perdonanza avrà inizio.

Le tedofore della Perdonanza 2017

Quattro donne, simbolo della forza femminile, che quest’anno il rito religioso ha sposato in pieno. Prestano servizio civile all’interno del Movimento Celestiniano e sono impegnate in attività assistenziali e di accoglienza agli immigrati che la struttura di Piazza D’Armi ospita. Hanno a che fare soprattutto con l’accoglienza di donne e bambini.

La donna è il tema di quest’anno, ma continua sulla via dello scorso anni quando fu Edwin Ese, nigeriano, fuggito dal suo Paese dopo aver perso la moglie di 23 anni e il figlio di 2, vittime delle persecuzioni religiose il tedoforo dell’ultima perdonanza targata Cialente e segnata dagli eventi catastrofici del terremoto del centro Italia.

Stasera l’accensione del Tripode da parte del sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, a cui la quattro ragazze consegneranno la fiaccola, sarà quindi anche un momento di solidarietà e di ricordo di tutte le vittime dei sismi che stanno colpendo il nostro Paese e un modo per ricordare lo scorso anno quando amatrice veniva rasa al suolo.

X