IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Aragno, riparte l’incendio. Fiamme a Fonte Vetica foto

È una giornata rovente a L’Aquila: non solo per le temperature ma anche per gli incendi che da stamattina interessano il nostro territorio.

L’ultimo, in ordine di tempo, quello scoppiato intorno all’una a Fonte Vetica, sulla piana di Campo Imperatore.

Il fumo si è levato alto fin da subito ed è visibile anche dal teramano. L’incendio, che all’inizio pareva interessare solo la prateria, si è purtroppo propagato velocemente, complici vento e alte temperature, al bosco sovrastante. Sul posto i Vigili del Fuoco ed un Canadair, dirottato a Campo Imperatore da Aragno.

incendio fonte vetica

Stamattina a migliaia erano sulla piana di Campo Imperatore per la tradizionale mostra degli ovini: subito sono divampate le polemiche legate alla sosta di automobili e camper sull’erba. Sin dai primi momenti si è parlato di un barbecue in zona non consentita come causa del rogo.

Ma stando ad una testimonianza raccolta da Il Capoluogo, tutto sarebbe nato dall’assenza di cisterne d’acqua che sarebbero dovute essere lì, proprio per prevenzione:

“Il fuoco è partito da una sterpaglia, a circa due metri dalla strada”

dice a Il Capoluogo un ragazzo, presente stamani sul posto.

“Si trattava di una cosa circoscritta. Erano presenti Protezione Civile e Carabinieri Forestali ma non c’erano le cisterne d’acqua: dopo solo due ore è arrivata l’acqua per spegnere il fuoco. In quelle due ore chi era lì ha cercato di arginare il fuoco ma si è allargato molto velocemente.”

incendio campo imperatore fonte vetica

Da stamattina poi sono tornate le fiamme nella pineta di Aragno, lato Collebrincioni.

Sembrava totalmente spento, ieri sera, l’incendio che ha distrutto oltre 100 ettari di pineta: ma dal sottobosco sono ripartite le fiamme.

[Aragno, l’incubo incendio è finito]

[Aragno, si va avanti con spegnimento e bonifica]

“Ci vuole molto tempo per bonificare totalmente una zona così impervia e densa nel sottobosco” ha sottolineato a Il Capoluogo l’Assessore alla Protezione Civile Emanuele Imprudente.

“Speravamo non riprendesse vigore ma non era escluso, vista la natura della zona”

Sul posto un canadair fino alle 16 di oggi, diversi elicotteri nonché molte squadre tra Vigili del Fuoco, Protezione Civile Regionale e Comunale nonché associazioni di volontariato.

L’incendio arde dal pomeriggio di lunedì: le fiamme hanno divorato centinaia di pini, che hanno preso fuoco come fossero fiammiferi.

“La notte tra mercoledì e giovedì il momento più difficile”, racconta l’Assessore alla Protezione Civile Emanuele Imprudente.

incendio aragno

“Il vento tirava forte e il fronte pareva avanzare verso le abitazioni. Abbiamo continuato a presidiare la zona, con i volontari, la Protezione Civile regionale e comunale, i Vigili del Fuoco. Alla fine si è riusciti ad arginarlo e ad arrivare alla mattina successiva con i canadair che hanno ricominciato il loro lavoro senza fermarsi un attimo per spegnere le fiamme.

Diverse le squadre che si stanno alternando in questi giorni: da quelle dei Canadair – arrivati anche da Pisa e Genova – ai volontari e agli abitanti della zona impegnati sul posto.

Intanto si è registrato un incendio anche a L’Aquila città: fiamme attorno a mezzogiorno sotto alle mura cittadine, lungo Viale della Croce Rossa, dietro l’autoricambi Zaffiri.

incendio viale croce rossa
incendio viale croce rossa

A fuoco boscaglia e sterpaglie: l’incendio sembrava essere stato domato ma attorno alle 16 ha ripreso vigore.

(in aggiornamento)

(E.F.)

X