IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Ginnastica ritmica, L’Aquila presente

Quest’anno sono stati i 460mila metri quadrati della Fiera di Rimini ad ospitare una delle più grandi e complesse manifestazioni sportive nazionali: “Ginnastica in festa”, infatti , è da sempre uno dei punti fermi del panorama ginnico.

Un evento che si lega indissolubilmente  alla passione per la ginnastica a 360°. Ritmica, artistica, trampolino elastico e GPT le varie discipline nelle quali si sono misurati i 14 mila atleti partecipanti. Tra questi, timide ma grintose, le ginnaste della Progetto Ritmica hanno avuto la responsabilità di testimoniare la presenza dell’Abruzzo e in particolare del suo Capoluogo ad un evento così significativo. Dal 23 giugno al 2 luglio le ginnaste aquilane si sono alternate sulle pedane di gara ansiose di dare prova del lavoro giornalmente svolto in palestra.

Nonostante la tensione legata alla partecipazione ad un campionato nazionale federale le ragazze hanno dato il massimo. Alla loro prima esperienza federale Vanessa Semperlotti, Elisa del Beato, Federica Bascarin, Asia Pietrucci, Francesca Lolli e Adriana Pace hanno ben figurato nel campionato di serie D quarta divisione. Concentrazione è stata invece la parola d’ordine di Ilaria Capulli, Ludovica Di Marzio e Noemi Bruno le quali si sono cimentate sia nel campionato di squadra serie D seconda divisione sia nei campionati individuali rispettivamente di terza e seconda divisione Junior.

Ginnaste aquilane

Portare a termine più performance nella stessa giornata è molto impegnativo ma le atlete aquilane non si sono mai arrese e Ilaria Capulli è riuscita a centrare la finale alla fune classificandosi ottava. Buona anche la prestazione di Giorgia Ianni, Giorgia Fiorenzi e Sara Cordeschi che hanno gareggiato nel campionato di serie D terza divisione e di Martina Bucci, Viola Dari Salisburgo e Alice Sevi nel campionato serie D seconda divisione. Rivelazioni del campionato individuale seconda divisione sono state proprio Viola e Alice, classe 2007, che confrontandosi con trentadue atlete di tutta Italia hanno conquistato le finali con ben tre attrezzi. La Dari Salisburgo ottava in classifica generale, si è piazzata settima con la palla e le clavette e quinta con la fune a soli tre decimi dal podio. La Sevi, alla sua prima esperienza individuale si è ritrovata a disputare già tre finali classificandosi quattordicesima al cerchio, dodicesima alla palla e quarta al nastro.

La soddisfazione maggiore però non viene dalle ottime prestazioni, dalle finali conquistate o dai risultati raggiunti, ma dalle ginnaste che sono scese in pedana pronte a dimostrare che una realtà aquilana esiste, e sa essere anche competitiva, che nonostante le difficoltà che si possono incontrare in una città che ancora lotta per rimettersi in piedi ci sono donne che si impegnano affinché esistano dei centri di aggregazione che in nome dello sport, della disciplina e della sana competizione permettano ad atlete, insegnanti e genitori di crescere insieme. [Ida Passerini]

X