IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Con Risi a Piazza San Pietro, ciak fino a notte

Il regista Risi gira la serie Rai sul dopo terremoto attraverso le storie degli adolescenti. Ciak fino a tarda notte per L’Aquila Grandi Speranze.

Le voci dei ragazzi, il ciak si gira in zona rossa, le telecamere, piccoli e grandi attori vivono e animano il centro storico di L’Aquila per la nuova fiction prodotta da RAI 1 e Idea Cinema.
L’Aquila-Grandi speranze. Si chiamerà così la serie di sei puntate che andrà in onda il prossimo gennaio. Scritta da Stefano Grasso, Doriana Leondeff, Angelo Carbone e Andrea Saraceni, con la regia di Marco Risi è ambientata proprio a L’Aquila, la città del terremoto. Una centro storico chiuso e inaccessibile, ma non a un gruppo di adolescenti che si impossessa di una parte di zona rossa.
Una storia, non tanto lontana dalla realtà, specchio di una intera generazione che sta vivendo il post terremoto, non avendo di fatto una città.
Gli adulti vivono ricordando, i più giovani vivono il presente, così com’è.

Il Set a Piazza San Pietro

Le foto ci mostrano il Bar Rosy in Piazza San Pietro è una luce tra i palazzi in ricostruzione. Altra cornice sarà Piazza San Marciano.
Una centrale di ritrovo, tutta da vivere, questa parte di centro storico che molti vogliono dimenticare.

fiction l'aquila

Luca, Leonardo e Felice sono i giovanissimi attori aquilani, hanno tra i 13 e 14 anni, e sono tra gli attori protagonisti. Lunedì e martedì  hanno girato le scene fino a mezzanotte accanto ad attori come  Donatella Finocchiaro, Giorgio Tirabassi, Valentina Lodovini, Luca Barbareschi, Francesca Inaudi, Enrico Ianniello e Carlotta Natoli.

La Storia

Storie che si intrecciano, problemi adolescenziali, familiari, il mondo della scuola. Non manca nulla nella fiction di Risi. Un post terremoto visto con gli occhi innocenti dei ragazzi, delle difficoltà di crescita, di inserimento nel nuovo contesto frammentato aquilano e soprattutto della difficoltà nell’accettazione dell’altro che si manifesta (in questo caso) in Margherita, giovane adolescente (figlia di Claudia Gerini) giunta a L’Aquila nel post sisma a seguito del papà, interpretato da Luca Barbareschi.
IlCapoluogo.it vi aveva mostrato il set sui banchi di scuola della Scuola media Mazzini a Pile.

I piccoli attori accanto a Claudia Gerini

claudia gerini sul set
 
fiction rai a l'aquila
 
fiction rai a l'aquila
 
fiction rai a l'aquila

I primi ciak sono stati girati a Roma, all’Opera Don Guanella, istituto dove lavora lo psichiatra interpretato da Giorgio Marchesi che, qualche settimana fa, ha incontrato a Palazzo Fibbioni il sindaco Massimo Cialente.

X