IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Ponte Belvedere, apre ai pedoni

Il ponte Belvedere resta com’è e tra qualche settimana tornerà percorribile, inizialmente solo da pedoni.

“Prossima riapertura al ciclo pedonale del ponte Belvedere, in attesa dei lavori” – è il flash che l’assessore Maurizio Capri lancia sulla sua pagina facebook per informare la città.

Qualcuno ha definito la notizia una sorta di “agibilità elettorale”, altri un paradosso aquilano: “un ponte chiuso per otto anni, dato per non sicuro, adesso riapre senza grandi lavori”.
In effetti dopo otto anni di chiusura e dopo la presentazione di vari progetti ambiziosi per rifare il look al ponte la notizia dell’imminente riapertura è molto discussa.
I lavori sul Belvedere sarebbero dovuti cominciare a inizio 2017, ma sono sempre slittati: “Entro fine marzo il progetto di ristrutturazione di Ponte Belvedere dovrebbe essere completato e si potrà procedere con la gara d’appalto” – dichiarava Capri al Capoluogo nel mese di marzo.
Le pratiche e i passaggi burocratici hanno rallentato il tutto. Tra qualche settimana si potrà indire la gara d’appalto e dare inizio al recupero strutturale.

ponte belvedere 1966

LE PROVE DI CARICO: IL PONTE E’ SICURO – Negli anni scorsi  sono state effettuate le prove di carico per testare la resistenza con quattro autotreni, ognuno da 40 tonnellate. Il risultato è stato positivo tanto che il lavoro sul ponte non sarà invasivo e richiederà solo qualche mese. Importanti i danni causati da infiltrazioni d’acqua e dalla scarsa manutenzione nel tempo. Diverse armature mostrano infatti segni di corrosione e disgregamento del calcestruzzo.

ponte belvedere 1966

UN PO’ DI STORIA – Il ponte nato per collegare le due sponde della città a maggio dello scorso anno ha festeggiato il 50esimo anniversario dalla costruzione. In quell’occasione IlCapoluogo aveva intervistato Pasquale Martella, la cui impresa si era occupata della realizzazione.

“Il ponte fu realizzato in circa due anni. La sicurezza veniva prima di tutto, se servivano sei sacchi di cemento io ne utilizzavo otto per stare tranquillo!” – ricorda scherzosamente. L’idea di costruire questa arteria di collegamento risale a molto prima degli anni ’50.  Fu un’idea di Adelchi Serena, a cui si deve gran parte della modernizzazione della città in quegli anni

X