IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Di Benedetto, urgente intervenire sulla viabilità

“E’ uno dei temi urgenti di questa campagna elettorale. Quello della viabilità, o meglio, degli interventi che possano migliorare la situazione della mobilità all’Aquila debbono essere approfonditi, confrontati e discussi insieme agli esperti, tecnici associazioni e non ultime le popolazioni interessate”.

E’ questo il presupposto da cui partire per un lavoro necessario e di primaria importanza pensando allo sviluppo del territorio comunale per il candidato sindaco di centrosinistra della città dell’Aquila, Americo Di Benedetto, intervenuto ieri sera all’incontro organizzato dal Consiglio territoriale di Partecipazione di Pettino – Coppito – Cansatessa – San Vittorino sulle proposte progettuali ANAS relative a: collegamento tra SS 80 e SS 17 ( Variante del Vetoio) e l’altra riguardante il miglioramento dello svincolo tra la SS 80 e la SS 260 nell’area archeologica di Amiternum in località Cermone.

“In merito alla Variante del Vetoio – spiega Di Benedetto – la proposta ANAS si prefigge il condivisibile scopo di creare un collegamento rapido tra la statale 17 e via Delle Fiamme Gialle per agevolare il traffico verso la SS 80 e la SS 260 Picente. E’ fuori di dubbio che però debba essere maggiormente approfondito l’aspetto della tutela ambientale dell’area protetta e dei ricettori sensibili quali l’ospedale di Coppito. Il passaggio sul confine dell’area vincolata e l’estrema vicinanza alla struttura ospedaliera può risultare negativo sotto l’aspetto dell’impatto sul territorio. Un limite è anche quello di creare il collegamento con l’attuale SS17 e non con la futura Variante Sud della quale è necessario ad oggi definire il tracciato in modo da avviarne la realizzazione in lotti. Sembra opportuno quindi definire prioritariamente il tracciato della Variante dell’Aquila per poi verificare le migliori soluzioni di collegamento con le direttrici principali. L’impegno è quello di istituire un tavolo tecnico permanente con Anas, Provincia e rappresentanze locali al fine di condividere preliminarmente le scelte progettuali.

Per quanto riguarda la variante dell’area archeologica di Amiternum – conclude il candidato sindaco di centrosinistra – L’intervento previsto nel progetto Anas sembrerebbe non essere giustificato da un riduzione dei tempi di percorrenza rapportati all’impegno economico ed al consumo del territorio. Una progettazione razionale dello svincolo del Cermone unito ad un miglioramento della sede mirato ad una migliore fruizione turistica dell’area archeologica potrebbe risolvere in maniera adeguata il problema della sicurezza senza impattare sul territorio”.

X