IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Crab uscirà dalla fase liquidatoria

Il prossimo 22 maggio, il Consorzio di ricerche applicate alla biotecnologia, Crab, uscirà dalla fase liquidatoria.

 

Lo ha annunciato l’assessore alle politiche agricole, Dino Pepe, nel corso di una riunione che si è svolta ieri a Pescara, alla presenza del liquidatore delegato Andrea Cleofe e delle rappresentanze confederali dei sindacati; la riunione è stata convocata per effettuare un aggiornamento sulla complessa vertenza che interessano i Centri di ricerca regionali Cotir, Crab e Crivea e arriva dopo le denunce dei giorni scorsi dei sindacati su una situazione divenuta insostenibile. Superano i 24 mesi al Cotir di Vasto ed i 10 mesi al Crab di Avezzano gli stipendi arretrati, hanno denunciato Fai, Cisl, Flai, Cgil e Uila Uil, che chiedevano da tempo un incontro con Pepe.

“Si è condiviso – ha sottolineato l’assessore regionale – di procedere sul progetto di riordino avviato e su cui è stato raggiunto un primo importante risultato, come l’uscita dalla fase liquidatoria del Crab prevista il 22 maggio 2017 in occasione di una assemblea straordinaria”.

Per quanto riguarda la vicenda legata al Cotir, dopo il contributo di 500.000 euro da parte della Regione Abruzzo per l’anno di competenza 2016, “stante la grave situazione debitori e gli atti legali dei creditori – ha detto Pepe – si è constatata l’impossibilità di raggiungere l’obiettivo di rilancio auspicato“.

Tra le soluzioni ipotizzate, in considerazione del previsto ampliamento dell’oggetto sociale del Crab e della contestuale uscita dei soci (solo il Comune di Avezzano resterà nella compagine societaria con una percentuale ridotta), “vi è la possibilità che – ha concluso Pepe – sia proprio il Crab a seguire in futuro le attività dei Centri con conseguente valutazione della eventuale ricollocazione delle unità lavorative del Cotir”.

Si è infine condiviso di convocare un tavolo a fine mese coinvolgendo anche i sindacati di categoria e le rappresentanze sindacali interne per concordare questo percorso.

X