IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Rinasce la Madonnella: Preturo in festa

di Andrea Giallonardo

Sono stati completati i lavori di consolidamento statico e restauro conservativo della chiesa di Capo Preturo. E’ stata  riaperta al culto nella mattina del primo maggio con una cerimonia officiata dall’arcivescovo Giuseppe Petrocchi.

chiesa preturo

La chiesa, risalente al ‘700 e conosciuta come la Madonnella, era stata seriamente danneggiata dal sisma del 2009 e per molto tempo è rimasta chiusa fin quando, due anni fa, le famiglie del paese hanno deciso di raccogliere dei fondi per finanziarne la ricostruzione. La sottoscrizione Adotta la Madonnella ha raccolto in due anni i fondi necessari per l’esecuzione dei lavori di recupero e così, in pochi mesi, la piccola chiesa è tornata ad essere utilizzabile.

chiesa preturo

I lavori, eseguiti dalla ditta Mimarc sotto la guida del dottor Antonio Mignemi, hanno permesso il recupero delle superfici decorative risalenti alla metà del ‘700 nonché il consolidamento ed il ripristino dell’ estetica della chiesa nel rispetto della sua storicità. Sono stati infatti eliminate delle strutture in cemento armato realizzate negli anni 60 che andavano a coprire la piccola ma suggestiva facciata. All’interno è stato recuperato l’originale intonaco settecentesco dal caratteristico colore bianco avorio, le decorazioni della controfacciata e dell’ altare ed è stato ripristinato l’antico pavimento in cotto. Non è stato possibile recuperare i dipinti sulla volta che ora presenta una cornice in stucco che racchiude un’area con minuscole tracce di decoro a stelle. In ultimo è tornato al suo posto il quadro, di incerta datazione, raffigurante lo sposalizio della Madonna.

chiesa preturo

La chiesa è stata restituita al culto tramite il solenne rito di dedicazione amministrato dall’arcivescovo Petrocchi, dal parroco di Preturo don Alessandro Benzi e dai parroci delle parrocchie vicine. Purtroppo le dimensioni della struttura hanno reso necessario mantenere il pubblico di fedeli al di fuori della chiesa, all’interno erano presenti solamente i celebranti, il coro, una fotografa autorizzata ed una videocamera collegata con due maxischermi esterni. Il rito ha contemplato l’inumazione nel sacello dell’ altare delle reliquie di S. Pietro Celestino e di due martiri della chiesa aquilana oltre alla benedizione dell’ altare e delle pareti con il sacro crisma e l’incenso. In una nicchia, poi, è stato murato un registro con i nomi di tutti coloro che hanno reso possibile il recupero della chiesa, dal parroco al progettista fino all’ ultimo fedele. Al termine della celebrazione un rinfresco ha consentito a tutti i partecipanti di continuare a festeggiare insieme.

chiesa preturo
chiesa preturo
chiesa preturo
chiesa preturo

X