IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Affreschi restaurati grazie a studenti – attori

Sono stati restaurati e verranno riconsegnati nella chiesa annessa al convento delle suore Clarisse a Paganica i due affreschi quattrocenteschi di Andrea De Litio danneggiati dal sisma del 2009. Le opere sono tornate a nuova vita grazie ai proventi del film “L’Aquila A.D. 2009”, realizzato tra il 2010 e il 2012 dagli studenti della scuola media di Pizzoli e Cagnano Amiterno.

La cerimonia si svolgerà venerdì 5 maggio alle 10,30. Il progetto didattico si proponeva di far partecipare concretamente i ragazzi alla ricostruzione di un frammento della propria città distrutta dal sisma. E il film, recitato dagli alunni, ambientato nell’Aquila del dopo sisma con diversi flash-back sulla storia della citta’, e’ invece riuscito a stimolare una partecipazione corale, unica nel suo genere, unendo grandi e piccoli intorno a quel comune obiettivo.

Al progetto “L’Aquila A.D. 2009” hanno infatti partecipato centinaia di aquilani, tra studenti, musicisti, privati cittadini, associazioni culturali, attività economiche ed enti pubblici. Madrina e guest star del film è stata Grazia Di Michele che ha prestato voce e volto in alcune scene. Il film “L’Aquila A.D. 2009” fu presentato all’auditorium della Guardia di Finanza il 24 aprile 2012 alla presenza di oltre mille persone. L’anno successivo ha vinto anche l’Audience Award al Giffoni film festival, sezione My Giffoni.

Il 9 maggio del 2013, i fondi raccolti, 6000 euro, furono quindi consegnati alla Soprintendenza che nel frattempo aveva individuato nei due affreschi del De Litio, custoditi nella chiesa della Beata Antonia in via Sassa, le opere da restaurare. Venerdì prossimo il progetto arriva alla sua conclusione, con la restituzione delle opere restaurate.

Nel corso della cerimonia il restauratore Giorgio Capriotti spieghera’ agli studenti liter del restauro. “Insieme ce la possiamo fare” era il motto del film. Un messaggio che voleva essere un incoraggiamento, e che ci sentiamo di ripetere con ancora più forza e orgoglio. Nonostante tutte le difficoltà, oggi possiamo finalmente dire “insieme ce l’abbiamo fatta”.

X