IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Festival internazionale di cortometraggi a Capestrano

Un concorso internazionale di cortometraggi che avrà come tema “la terra”. StranoFilmFestival si svolgerà nei giorni 25, 26 e 27 Agosto 2017, a Capestrano e nella Valle del Tirino, e avrà come scopo principale quello di valorizzare il territorio abruzzese ed esaltarne la sua autenticità e, conseguentemente, stimolarne lo sviluppo. L’Abruzzo è un territorio antichissimo, di principi guerrieri, di santi viaggiatori e, più recentemente, di migrazione; terre vive che tremano ma che hanno saputo custodire il “saper fare”, diventato un patrimonio inestimabile e distintivo per i suoi abitanti.

Il festival ha anche l’intento quello di unire chi in questi territori è rimasto, chi da questi territori è partito, e chi in questi territori ha scelto di tornare a vivere.

E’ stata aperta qualche giorno fa la call con scadenza il 20 maggio per accogliere film, nazionali e internazionali, della durata massima di trenta minuti, appartenenti a queste categorie: cortometraggi fiction, documentari e animazione. I film dovranno essere prodotti nei quattro anni precedenti alla prima edizione del festival e sottotitolati in inglese e in italiano.

A selezionare i cortometraggi sarà chiamata una giuria di esperti e ospiti d’eccezione: il vincitore si aggiudicherà un premio di 1.000 euro. Anche il pubblico avrà il suo ruolo, assegnando il secondo premio con una votazione a sorpresa.

Nei giorni del festival la valle del Tirino sarà animata da eventi e attività alla scoperta del territorio: tour nei palazzi, nelle chiese e tra le strade del centro storico di Capestrano e dintorni; percorsi a piedi sugli antichi tratturi e i sentieri che univano i borghi; cantine e fattorie aperte ai festivalieri per visite e degustazioni guidate; escursioni in canoa sul fiume Tirino; tour e incontri con agricoltori e artigiani della valle.

L’idea di rivalutare la cultura della terra, come componente fondamentale del patrimonio culturale, restituendole la dignità e il valore che merita, è di Gianluca Fratantonio, che lavora nel campo della valorizzazione del patrimonio storico e artistico sia in Italia che all’estero e che, da circa dieci anni, è innamorato della valle del Tirino e dell’Abruzzo aquilano.

Collaborano alla realizzazione del festival Elisabeth Tomassetti, americana ma di famiglia originaria della provincia dell’Aquila, residente a Brooklyn N.Y. Lavora come scenografa ma trascorre ogni anno alcuni mesi nella sua casa nei pressi della sorgente del fiume Tirino. Simonetta Caruso, fotografa e copywriter aquilana, a Capestrano vive stabilmente dall’agosto 2016. Rientrata da Milano tre anni fa dopo che il sisma del 2009 le ha fatto sentire urgente, dentro di sé, il bisogno di riavvicinarsi alla “Terra”.

Supportano il Festival: Denis Schnegg direttore della fotografia e direttore artistico; Beatriz Leal Riesco, curatore indipendente e programmatrice AfricanFilmFestivalNewYork.

Partners del festival: Aflam Associazione, Festival Internazionale Cinema Arabo Marsiglia, Roffamonamour FilmFestival, Rotterdam, Olanda.

X