IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Rapine in serie ad Avezzano, arrestati

AVEZZANO – Arrestati dalla Squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Avezzano due pregiudicati locali accusati di aver costituito una banda dedita alle rapine negli esercizi commerciali. I fatti risalgono al secondo semestre dello scorso anno e le rapine, sette e tutte a mano armata in negozi di Avezzano, sono state consumate  con modalità operative identiche in tutti gli episodi.

I rapinatori, di solito in tre, sempre armati e con volto coperto, hanno utilizzato delle Fiat Uno rubate nelle ore immediatamente precedenti i colpi nei territori limitrofi. La rapina veniva messa a segno sempre all’orario di chiusura dei negozi, con violenza e minacce, che non hanno escluso minori casualmente presenti, al punto che in un episodio non si sono fatti scrupolo di puntare un’arma contro un bambino di dieci anni.

L’attività investigativa svolta dalla Squadra Anticrimine del Commissariato di Avezzano, coordinata a e diretta dal Sostituto commissario Gaetano Del Treste, ha  ricondotto, senza ombra di dubbio, i numerosi indizi di colpevolezza su due persone. Sante Felughi e Mario Morelli. Cinquantatreenne,  pluripregiudicato di origini siciliane, il primo, attualmente sottoposto ad Avviso Orale Aggravato del Questore, coinvolto nella recente operazione “Eldorado” ed a suo tempo individuato anche come l’esecutore del grave danneggiamento con bomba carta compiuto qualche anno fa su un’autovettura civetta del Commissariato. Ventiquattrenne, anch’egli sottoposto ad Avviso Orale, appartenente alla locale comunità rom, il secondo, già noto alle forze dell’ordine. A loro si è poi aggiunto Pasquale Di Silvio, anche lui della comunità rom di Avezzano, arrestato per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale commesse nel corso delle perquisizioni effettuate stamattina dai poliziotti che obbedivano agli ordini del Dirigente Paolo Gennaccaro.

Felughi e Morelli sono ritenuti gli esecutori materiali delle rapine alla Sala Slot Flat Rider del 22 ottobre 2016, bottino di circa 4.000 euro; alla Farmacia Comunale il 5 dicembre 2016, dove erano stati asportati circa 6.000 euro in contanti e quella alla Tabaccheria “L’angolo di Via America” il 17 dicembre 2016, la più remunerativa poiché aveva fruttato 7.000 euro in contanti e 11.000 in valori bollati e gratta e vinci. Quest’ultima è stata compiuta a soli cinque giorni dalle perquisizioni domiciliari eseguite dalla Squadra Anticrimine a carico dei due arrestati, a riprova della spregiudicatezza e pericolosità del gruppo criminale.

Coinvolti nelle indagini anche un ventiseienne, appartenente alla locale comunità rom e Sorvegliato Speciale della P.S., il fratello venticinquenne, con precedenti di polizia, e la madre degli stessi, tutti denunciati per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale poiché in occasione dell’attività operativa susseguente ad una delle rapine tentavano di  impedire i controlli di Polizia in atto nei confronti di uno degli odierni arrestati. Le perquisizioni effettuate dagli agenti dell’Anticrimine hanno portato a reperire ulteriori elementi utili alla cristallizzazione delle ricostruzioni investigative.

X