IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Arte, musica e fede alla Madonna d’Appari

Il santuario della Madonna D’Appari cornice affascinante per due giornate di Arte Musica e Fede a cura di Silvio Sarta e Massimo Salcito.

Sabato 25 e domenica 26 i visitatori hanno potuto apprezzare le bellezze naturalistiche in cui è immerso il santuario grazie ad una passeggiata lungo una parte del Sentiero Della Ienca, sotto la guidata di Fernando Galletti, Presidente degli usi civici Paganica – San Gregorio.«Sono felice che per il terzo anno di seguito si sia potuto valorizzare e tutelare un angolo stupendo della nostra terra» ha detto Fernando Galletti.

madonna d'appari

Giunti presso la chiesa gli ospiti hanno trovato ad attenderli le installazioni musicali della natura, realizzate dall’associazione SAMAT, che si occupa di ricerca nel campo acustico in relazione alle opere interattive. Le bellezze architettoniche ed artistiche della chiesa sono state sapientemente descritte da Silvio Sarta, giornalista professionista che ha prestato la sua voce al progetto artistico voluto dal Maestro Massimo Salcito, con cui condivide l’organizzazione dell’evento.

madonna d'appari

Le note dell’antico organo Tommaso Vayola, suonato dal Maestro Massimo Salcito, hanno accompagnato l’ esibizione dei soprani Rita Alloggia e Claudia Di Carlo che eseguiranno brani di carattere sacro scritti da F. COUPERIN (1668-1733).

Silvio Sarta ha espresso entusiasmo per questa terza edizione così come le due giovani artiste. «Ho partecipato alle precedenti due edizioni di Arte Musica e Fede ed è un piacere per me esserci anche quest’anno – ha detto Rita Alloggia -, sinora non avevo mai lavorato su brani di musica francese ed è stata quindi un’occasione per arricchire il mio repertorio». Le ha fatto eco la collega Claudia Di Carlo «La musica di COUPERIN, oltre ad essere molto suggestiva, fornisce spunti di riflessione circa la prassi esecutiva e la pronuncia del latino che risponde alle regole linguistiche francesi».

madonna d'appari

Sono diverse le difficoltà incontrate dagli organizzatori, come ha dichiarato Gino Castellano, membro del comitato della Madonna D’Appari: «Ci impegniamo da anni per mantenere il luogo pulito e fruibile dai visitatori nel periodo estivo, con il tempo abbiamo realizzato il percorso naturalistico di cui curiamo la manutenzione. Facciamo tutto questo senza prendere un soldo da nessuno, dal momento che gli amministratori pubblici mostrano indifferenza verso il territorio che dovrebbero tutelare, tutti noi ci auto tassiamo per poter andare avanti con le nostre attività. Il santuario manca di servizi igienici, eppure nessuno si è mosso nonostante le nostre sollecitazioni».

madonna d'appari

Massimo Salcito ha ringraziato gli enti che hanno permesso lo svolgersi dell’evento, in particolare il Conservatorio dell’Aquila e quello di Pescara, l’amministrazione degli usi civici Di Paganica – S. Gregorio, l’associazione SAMAT ed il comitato del santuario Madonna D’Appari.

madonna d'appari
madonna d'appari
madonna d'appari
madonna d'appari

X