IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio: rescindono i fedeli di Morgia

La Vista, Sembroni, Bonvissuto, Zaner, Brenci e Russo: i nomi dei sei giocatori che, a seguito delle dimissioni del tecnico Massimo Morgia, hanno optato per la rescissione.

di Claudia Giannone
Dopo giorni di sole indiscrezioni, di nomi pronunciati sotto voce e sussurrati per timore di cadere nell’errore, è stata finalmente L’Aquila Calcio a comunicare i sei giocatori giunti alla rescissione del contratto: si tratta dell’ormai ex capitano Giorgio La Vista e di cinque compagni, Emmanuele Sembroni, Antonino Bonvissuto, Nicolas Zane, Leonardo Brenci e Nicola Russo.
I fedelissimi dell’ex tecnico rossoblù Massimo Morgia, per intenderci. E non appena il tecnico ha dato le dimissioni, in seguito all’esonero da parte della società del direttore sportivo Alessandro Battisti, anche i giocatori hanno creato una sorta di catena per uscire dalla situazione della compagine. Sembrerebbe, infatti, che inizialmente cinque di loro abbiano chiesto la rescissione alla società, che avrebbe però risposto negativamente alla loro richiesta. Nessuno di loro, però, la domenica successiva è effettivamente sceso in campo contro il Flaminia: i loro nomi, infatti, erano stati inseriti nella lista degli infortunati, scelta non della migliori, proprio perché in questo modo si sarebbero mescolati con coloro che, con questa situazione, avevano poco o nulla a che vedere.
Lo stesso neo mister Pierfrancesco Battistini si è trovato in difficoltà, a seguito di questa scelta da parte di alcuni giocatori: al momento della chiamata, infatti, egli era convinto di avere a disposizione l’intera squadra, cosa poi non verificatasi.
“Il tecnico – aveva affermato il direttore generale Fabio Aureli nel corso della presentazione di Battistini della scorsa settimana – è arrivato a L’Aquila e ha trovato una polveriera, con uno spogliatoio composto da elementi che si stanno chiamando fuori, in maniera poco professionale”.
Proprio le sue parole rispecchiano il pensiero della società, che alla fine ha dovuto accettare la richiesta da parte dei giocatori.
Ora, un turno di riposo attende L’Aquila Calcio. Una giornata per poter riorganizzare le idee e comprendere cosa sia meglio per il futuro di una società e di una squadra ormai appeso ad un filo. E ad approfittare della giornata di stop, anche il Supporters’ Trust L’Aquila Mè, che ha indetto per domani pomeriggio alle ore 16.30 un’assemblea dei tifosi per discutere insieme sulla situazione de L’Aquila Calcio.

X