IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Fare Centro, attività in attesa

Il bando Fare Centro si fa attendere. Le agevolazioni per il rientro delle attività commerciali e artigianali nel cuore della città, che sarebbero dovute partire già a inizio anno – come annunciato più volte – ancora non sono nero su bianco.
Si conoscono solo in parte le misure dello strumento normativo con cui Comune e Regione intendono erogare contributi a fondo perduto.

Fonti vicine alla Regione lo danno per certo dopo Pasqua, ovvero nella seconda metà del mese di aprile, vale a dire a poche settimane dal voto.

Lo scorso febbraio, in occasione dell’inaugurazione del tapis roulant nel parcheggio di Collemaggio, anche il sindaco Cialente era tornato a parlare del Bando “pronto in tempi brevissimi”. Ma a distanza di un mese “siamo ancora qui”- ribadiscono i commercianti già ricollocati in centro. [L’Aquila: agevolazioni per il rientro in centro]

Si fa sentire la voce di Confcommercio. Roberto Donatelli e Celso Cioni scrivono una lettera all’Assessore alle Attività Produttive della Regione Abruzzo Giovanni Lolli al fine di sollecitare la pubblicazione del bando “di fondamentale importanza per la rinascita sociale ed economica del centro storico di L’Aquila”.

Ci rivolgiamo alla Sua sensibile attenzione per informarLa che circa sessanta aziende nostre associate del settore commercio, ci hanno formalizzato le proprie manifestazioni d’interesse relativamente alla volontà di reinsediare le proprie attività nel centro storico del Capoluogo, alla luce della possibilità di usufruire dei sostegni previsti dal bando regionale, recentemente deliberato dalla Giunta Regionale.                           A tale riguardo e per evitare di vanificare le positive aspettative di detti imprenditori che con entusiasmo immaginano il proprio futuro aziendale nel centro urbano aquilano, Le rivolgiamo l’invito a voler operare con ogni sollecitudine possibile ad evitare ritardi burocratici sulla pubblicazione del bando, auspicando che, come già evidenziato dai nostri rappresentanti nel corso delle riunioni dei tavoli di concertazione, vengano inseriti tra i beneficiari anche le Associazioni di Categoria e gli Ordini Professionali che, essendo come noto “attrattori” di flussi di pubblico, possano contribuire a riportare le quotidiane frequentazioni che, ovviamente, favorirebbero in termini sociali ed economici il prioritario strategico obiettivo che è quello di far tornare a pulsare e vivere il luogo identitario di tutti i cittadini aquilani. Confidiamo nella Sua nota sensibilità ed attenzione sempre dimostrataci e che caratterizza in positivo la Sua azione istituzionale ed amministrativa e con la gradita occasione, accolga i nostri più cordiali saluti.

X