Slavina

Rigopiano, molte vittime nell’hotel travolto

30 fra uomini, donne e bambini, compreso il personale dell’albergo Rigopiano. Due sopravvissuti, salvatisi perché erano fuori dall’hotel quando si è staccata, nel tardo pomeriggio di ieri, la slavina che ha travolto la struttura, spostandola di ben dieci metri.

E’ uno scenario apocalittico quello che si è presentato stamattina alle 4.30 ai soccorritori: solo a quest’ora sono riusciti ad arrivare infatti i soccorsi a Farindola.(foto Ansa)

soccorsi gdf neve

Le condizioni meteo sono davvero estreme. Gli uomini del Soccorso alpino Guardia di finanza (Sagf), unitamente a quelli del Corpo nazionale Soccorso alpino e speleologico (Cnsas), provenienti da Campo Imperatore hanno percorso gli ultimi 6km sugli sci: nessun mezzo era in grado di procedere, vista la massiccia presenza di alberi crollati venuti giù con la slavina. Metri e metri di neve sopra e dentro a quella che era una struttura splendida, fiore all’occhiello del Gran Sasso pescarese.

soccorsi rigopiano
soccorsi gdf neve

E’ di ieri sera l’sms di allarme di un sopravvissuto: “qui macerie e 3 dispersi. Aiutateci, stiamo morendo di freddo”.

I soccorritori, giunti sul posto, hanno visto alcune luci accese: ma nessuno rispondeva.

I primi e per ora unici messi in salvo sono Giampiero Parete e Fabio Salzetta: erano all’esterno della struttura e hanno visto la slavina arrivare.
“Sono salvo perché ero andato a prendere una cosa in automobile”. E’ quanto ha riferito ai medici Giampaolo Parete, 38 anni, che ieri ha lanciato l’allarme per la valanga che ha travolto l’hotel Rigopiano. La moglie e i due figli di Parete sono sotto le macerie dell’albergo. “E’ arrivata la valanga – ha detto ancora ai sanitari il 38enne, ricoverato in Rianimazione a Pescara. E’ arrivato in stato di ipotermia, ma il quadro clinico non è preoccupante. “Sono stato sommerso dalla neve, ma sono riuscito a uscire. L’auto non è stata sepolta e quindi ho atteso lì l’arrivo dei soccorsi”

“La struttura è stata presa in pieno dalla slavina, tanto che si è spostata di dieci metri” dice il Presidente della Provincia di Pescara Di Marco. Alle 8:30, la conferma di uno dei capi del Soccorso alpino abruzzese che sta agendo sul posto, Antonio Crocetta : “Ci sono tanti morti”.

Il Soccorso alpino ha estratto alle 9:30 la prima vittima dell’albergo Rigopiano: si tratta di un uomo. I soccorritori proseguono a scavare “ma – raccontano – è difficilissimo”

La situazione è drammatica, l’albergo è stato spazzato via, è rimasto in piedi solo un pezzetto“, hanno riferito i vigili del fuoco. “Ci sono tonnellate di neve, alberi sradicati e detriti – hanno aggiunto – che hanno sommerso l’area dove si trovava l’albergo“. “Ci sono materassi trascinati a centinaia di metri da quella che era la struttura”, ha riferito Luca Cari, responsabile della comunicazione in emergenza dei vigili del fuoco

Pronti a partire per l’hotel ‘Rigopiano’ l’elicottero della Capitaneria di Porto e quello del 118 dell’Aquila, mentre è a disposizione quello del 118 di Pescara. Il Centro coordinamento soccorsi, in Prefettura a Pescara, attende di conoscere lo scenario all’interno dell’hotel per allestire la macchina del soccorso.
I mezzi di soccorso, comprese le ambulanze, diretti all’hotel Rigopiano sono bloccati a circa 9 chilometri dall’albergo. La neve caduta, almeno due metri, impedisce di proseguire.

(e.f.)

leggi anche
Pericolo valanghe in tutto l'Abruzzo
Montagna
Abruzzo, forte rischio di valanghe
Doppia slavina a Roccaraso
Buona notizia
Ortolano, tratto in salvo uomo dato per disperso
Slavina a Ovindoli
Terremoto
Ortolano, morto sotto alla slavina l’italiano disperso
valanghe sul gran sasso: portella
Slavine
Tre valanghe sul Gran Sasso
campotosto
Alta valle dell'aterno
Campotosto, la frana fa paura
pane, panificatori
Solidarieta'
Il pane della solidarietà in aiuto dei soccorritori
rigopiano
Le indagini
Rigopiano, ‘rischi ignorati’
campotosto, foto post terremoto 18 gennaio
La riflessione
L’Abruzzo forte, gentile e smemorato
rigopiano
Valanga e dignita'
L’Abruzzo sepolto
la cuccumella farindola
Ripartire
I ragazzi di Rigopiano ripartono dalla Cuccumella