Giornata mondiale diabete, anche Avezzano si tinge di blu

E’ un cerchio blu il simbolo della giornata mondiale dedicata al diabete, che ricorre sabato 14 novembre, quando, per l’occasione, i luoghi simbolo di tutto il mondo si illumineranno del colore del cielo, come a ricordare che questa patologia, sempre più diffusa, può essere combattuta attraverso la conoscenza e la sensibilizzazione.

Anche la città di Avezzano abbraccerà l’iniziativa, grazie alla collaborazione tra il Comune, la Pro Loco, il reparto di Pediatria e di Diabetologia dell’ospedale SS. Filippo e Nicola, le società sportive Asd Plus Ultra, Runners Avezzano e Usa Sporting Club, che, insieme, hanno organizzato e presentato due eventi che uniscono informazione e sport.

02«La facciata del Municipio e la fontana di Piazza Risorgimento saranno illuminate di blu – ha spiegato l’assessore Alessandra Cerone, che ha svolto il ruolo di coordinatrice per conto del sindaco Giovanni Di Pangrazio – e sabato 14 novembre si terrà, presso la sala consiliare del Comune di Avezzano, un convegno tematico, “Diabete giovanile in ambito scolastico ed essenzialitaà dello sport“, perchè la vera sfida è superare la paura, sia nella scuola che nello sport, attraverso la formazione di personale che sia in grado di gestire il soccorso e la somministrazione del farmaco salva vita».

I relatori del convegno saranno il primario di pediatria dell’ospedale di Avezzano Antonella Gualtieri, il primario di diabetologia Vincenzo Paciotti, il medico dello sport Giuseppe Cerone, la psicologa Gina Onorato e la nutrizionista Annunziata Taccone. Lo sport sarà rappresentato dalle atlete della Asd Plus Ultra Monia Gentile e Tiziana Masella. Saranno presenti i dirigenti scolastici, docenti e personale Ata.

Domenica 15 novembre dalle ore 10, invece, la giornata sarà dedicata interamente allo sport, con la corsa non competitiva, aperta a tutti, in nome della solidarietà. Il sindaco di Avezzano Giovanni Di Pangrazio correrà insieme alle organizzazioni sportive del territorio marsicano e a chi vorrà partecipare, lungo un percorso di 8 chilometri che parte da piazza Risorgimento, raggiunge la zona nord per poi ricongiungersi al centro della città. Anche i bambini potranno partecipare e avranno un loro percorso, diviso per età.

Nella Marsica sono circa 60 i casi di bambini affetti da diabete di tipo 1 e un’adeguata sinergia tra il mondo della scuola, quello dello sport e le famiglie, attraverso l’integrazione, può contribuire in maniera significativa a sostenere i diritti del bambino con diabete, evitando l’isolamento e il timore di agire.