IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Concerto di Halloween all’Auditorium del Parco

Per la Società dei Concerti “Barattelli”, Halloween arriva prima: infatti giovedì 29 ottobre, nel cartellone del Circolo Giovani Amici della Musica, all’Auditorium del Parco andrà in scena lo spettacolo “Gothic Organ”, ispirato alle atmosfere tenebrose della festività anglosassone. Protagonista è lo strumento che più di tutti suggerisce immagini legate alla narrativa dell’orrore: l’organo.

Allo strumento ci sarà Carlo-Ferdinando de Nardis, all’elettronica Flavia Massimo, mentre al banco di regia del suono ci sarà Cristian Paolucci. Tre musicisti aquilani per un progetto del tutto innovativo: il suono dell’organo elettronico sarà elaborato e distorto da computer, in una interazione tra esecuzione strumentale ed elettronica dal vivo, dando indipendenza e “nobiltà” all’organo elettronico, troppo spesso misero surrogato degli organi meccanici.

Il programma è stato scelto per prestarsi alle volute suggestioni: l’apertura è affidata alla celeberrima Toccata e fuga in re minore di Bach, probabilmente il pezzo più celebre per organo e quello che più di tutti viene associato con atmosfere gotiche. Seguono altri pezzi dall’ottocento a oggi che partecipano di tale carattere. In particolare, durante il concerto sarà eseguito in prima assoluta il Preludio Eroico del compositore e organista aquilano Riccardo La Chioma.

Il Circolo Giovani Amici della Musica, che organizza lo spettacolo, è la componente giovanile della Società Aquilana dei Concerti. Nato nel 1953 per iniziativa di Nino Carloni per portare la musica ai giovani e i giovani alla musica, continua oggi a perseguire tale intento: organizza attività musicali con scuole e università, collabora con varie associazioni per portare la musica sul territorio e ha una sua attività concertistica all’Auditorium del Parco, di taglio più giovanile della società madre. Ne fanno parte giovani aquilani, non solo musicisti, che vogliono darsi da fare e partecipare alla vita culturale del Capoluogo.

X