Nell’Aquilano i giovani scelgono l’agricoltura

Aumentano le imprese agricole giovanili e le giornate di lavoro per gli agricoltori, ma diminuiscono i fondi statali destinati al settore agricolo. Sono questi i dati forniti dal presidente di Confagricoltura dell'Aquila Fabrizio Lobene, che ha fatto il punto sulla situazione dell'agricoltura nella provincia dell'Aquila.

«Nonostante il settore sia in crescita - commenta Lobene - i sostegni statali sono diminuiti del 20 per cento e gli agricoltori sono disperati». «Per quanto riguarda la zona del Fucino, per esempio - sottolinea il presidente - sono serviti a poco gli ingenti investimenti della Regione a favore dell'impianto idrico della piana se l'Autorità di Bacino resta paralizzata».

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

In particolare, secondo quanto emerge, un altro dato significativo è la volontà degli agricoltori di investire i fondi percepiti nella protezione delle colture: «Non si pensa più a comprare un trattore - conclude il presidente - ma a proteggersi dalle calamità naturali sempre più frequenti a causa dei cambiamenti climatici, anche perché gli aiuti per le zone calamitate sono ridotti all'osso».

[url"Torna alla Home Targato Az"]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});