IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio, Pierluigi Biondi, Luigi D'Eramo

Due aquilani catturano il lato wild del Gran Sasso

Si chiama The Cold Vein ed è un video che racconta l’emozionante viaggio di due ragazzi aquilani – Francesco D’Alessio e Giorgio Frattale– nel cuore ‘selvaggio’ del Gran Sasso. Il filmato è stato realizzato nell’ambito del progetto ‘Montanus’, nato dalla creatività e dalla passione per la montagna dei due giovani .

{{*ExtraImg_240029_ArtImgRight_300x199_}}Montanus nasce come «un’avventura alla riscoperta del “wild side”, il lato selvaggio, spesso disperso nei meandri della vita civilizzata», raccontano. Bici, tenda e sacco a pelo sono gli unici fedeli compagni di viaggio dei due ragazzi, che hanno deciso di puntare sui [i]social network[/i] per condividere con follower di tutto il mondo le loro avventure vissute all’ombra del maestoso massiccio del Gran Sasso d’Italia.

The Cold Vein è il secondo video realizzato nell’ambito del progetto. Il primo, The call of the mountain, è stato presentato al primo Festival della Montagna dell’Aquila.

«Montanus – spiegano i promotori dell’iniziativa – è un progetto all-seasons di “[i]Bikepacking – social sharing[/i]” nato alle pendici della catena montuosa del Gran Sasso d’Italia, in Abruzzo, dove due amici, Giorgio Frattale e Francesco D’Alessio, sono riusciti a fondere la passione per l’outdoor con quella per la MTB. Montanus prima ancora che progetto è stato d’animo, è viaggio interiore, è il richiamo della foresta del cane Buck nel racconto di Jack London. Montanus è l’odore di muschio sui guanti, è il fango secco calcificato sul telaio, è la brina sul sacco a pelo, è la vita fuori dalla “comfort zone”. Montanus è humus ispirazionale per chi vuol vivere la Natura in maniera completa, non soltanto in sella. Montanus è slow ride, è percepire gli odori fissando i colori». E’ è possibile seguire le avventure di Montanus su Facebook (https://www.facebook.com/MONTANUSthewildside), Instagram (https://instagram.com/montanus_thewildside/) e Vimeo (https://vimeo.com/user23760556).

THE COLD VEIN – «Il richiamo della montagna si fa ancora più forte durante l’inverno, quando la neve spezza le cime degli alberi e il freddo gela le ossa. {{*ExtraImg_240030_ArtImgRight_300x199_}}In questo periodo, quando di solito la bici è in letargo, inizia l’avventura di due amici alla ricerca della “vena fredda”, quella vena che torna a pulsare solo nel wilderness invernale. Un’esperienza che porterà Giorgio e Francesco a trovare più di quello che cercavano». Questa la descrizione del video The Cold vein, che descrive un «viaggio attraverso i propri limiti, dove non è così importante la larghezza delle gomme quanto la vastità dei propri orizzonti».

{{*ExtraImg_240031_ArtImgRight_300x199_}}«Il video – spiegano i promotori dell’iniziativa – è dedicato all’amico Walter Belli, che ha subito un grave incidente durante una session di DH e sta combattendo con forza giorno dopo giorno, grazie al suo cuore impavido e al suo coraggio. Filmato in completa autonomia con una Canon 500D del 2009, GoPro HERO4 e treppiede in alluminio “no brand”. Riprese aeree eseguite da APR Italia. Editato con Adobe Premiere Pro Cs6».

IL VIDEO

MONTANUS – The COLD VEIN from MONTANUS on Vimeo.

X