IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Vertici Asp, Fi annuncia battaglia

«Leggiamo sulla stampa che nelle Asp, aziende di servizi alla persona, che hanno accorpato le oltre 100 Ipab (Istituti di pubblica assistenza e beneficenza) presenti in Abruzzo fino a qualche anno fa, si profilerebbe la destituzione dei Consigli di amministrazione, espressivi dei Comuni e delle comunità locali, per cedere il passo ad un amministratore unico, presumiamo nominato dalla Giunta Regionale». A sottolinearlo, attraverso una nota congiunta,sono i consiglieri regionali del gruppo di Forza Italia.

«Rispetto a tale sconsiderata idea, peraltro vagheggiata dal Governo regionale da almeno otto mesi – aggiungono i consiglieri – è bene preannunciare fin d’ora con assoluta chiarezza una opposizione molto ferma. Si tratterebbe infatti di una proposta che non semplificherebbe o snellirebbe alcunché, ma che avrebbe il solo banale e crepuscolare scopo di voler mettere le mani su un sistema che non appartiene alla politica regionale, ma che esiste e produce servizi sociali in virtù di lasciti, donazioni e liberalità che appartengono alle comunità locali».

«Sorvoliamo sulle patetiche affermazioni del componente della Giunta regionale delegato alla materia – si legge ancora nella nota del gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale – fornendo certezza che queste dichiarazioni, unitamente a quelle rilasciate fin dal 2011, anno di avvio della riforma, saranno oggetto di adeguato approfondimento nelle sedi opportune, in commissione e soprattutto in Consiglio Regionale. Sappiano i cittadini, i sindaci e tutti i rappresentanti degli originari fondatori che non lasceremo nulla di intentato nel tentativo di scongiurare un vero e proprio scippo ai territori, aggravato dalla inutilità di tale operazione rispetto alla necessità di potenziare attività e servizi».

«D’altra parte – rilevano i consiglieri – è lecito chiedersi perché, nel mentre in ciascuna Asp si vuole passare da Consigli di Amministrazione con 3 membri ad amministratori unici, lo stesso Governo Regionale continui a ritenere necessari i consigli di amministrazione, con 3 o addirittura 5 membri in altri enti, probabilmente di minore complessità, tra i quali ad esempio le Adsu (Aziende per il diritto allo studio universitario)».

La nota del gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale si conclude ribadendo che: «Naturalmente al momento opportuno forniremo adeguata risposta anche a questo interrogativo. Per adesso basti dire che c’è stato chi ha fatto riforme (trasformazione delle Ipab in Aziende cancellando circa 100 consigli di amministrazione) e chi invece pensa di nominare sei amici, uno per Asp, con i quali decidere i destini di asili e Case di Riposo che invece vanno lasciati ad un governo diffuso, attraverso i rappresentanti scelti dai territori, con la Regione a svolgere un ruolo di attenzione e di controllo, non padronale o di stampo sovietico».

X