IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Lions Club, massimo riconoscimento all’aquilano Coccia

E’ stato consegnato sabato sera, nel corso di una sobria quanto partecipata cerimonia presso il ristorante della “Delfina alle 99 Cannelle”, il [i]”Melvin Jones Fellow”[/i], massimo riconoscimento del Lions Club International, a Eugenio Coccia, direttore Gran Sasso Science Institute dell’Aquila.

{{*ExtraImg_237835_ArtImgCenter_500x375_}}Il “Melvin Jones Fellow”, come ha sottolineato il presidente del Lions Club L’Aquila Host, Francesco Laurini, è un riconoscimento internazionale della sede centrale del Lions, che viene consegnato a soci o personalità che si siano particolarmente distinti nella azione a favore della Associazione o, in genere, della Comunità. Il Premio fa riferimento al nome del Fondatore del Lions Club International. Quel giovane uomo d’affari, Melvin Jones, che a Chicago nel 1917 ebbe l’intuizione di riunire in un Club di servizio una serie di uomini di buona volontà e con grande disponibilità verso il più bisognosi. Innumerevoli e significativi i meriti scientifici e civici di Coccia elencati da Laurini.

La cerimonia ha impreziosito un’intensa giornata che ha visto Coccia e altre personalità confrontarsi in un convegno, promosso dal Lions Club L’Aquila Host, sul tema “L’Aquila, un nuovo modello di sviluppo” presso la sala Convegni ANCE.

Dopo l’introduzione del “padrone di casa” Laurini, si sono susseguite le relazioni di Salvatore Santangelo, dell’Associazione L’Aquila che rinasce, sul tema “Start up e innovazione per la ricostruzione economica e sociale” che ha spaziato tra i vari modelli nel mondo; a cominciare da quello della Corea del Sud dal quale trarre insegnamenti; di Gianluca Bucci, della Iternovit, sul tema “Il coaching-un modello di sviluppo efficace, preciso, sostenibile” che ha spiegato l’innovativo modello del “coaching”, la strategia di formazione che si propone di operare un cambiamento, una trasformazione che possa migliorare e amplificare le proprie potenzialità per raggiungere obiettivi proposto; e di Eugenio Coccia che ha parlato delle tematiche riguardanti l’Università, la formazione e la ricerca, riconoscendo l’importanza strategica che tali aspetti rappresentano nella definizione del modello di sviluppo sociale che la città desidera adottare nei prossimi anni.

«Bisogna mettere insieme le diversità – ha concluso il presidente Laurini- con le visioni di tutti».

X