IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Lab Abruzzo, la ricetta per il rilancio del turismo

Sono 29 i progetti selezionati dal territorio in maniera partecipativa e sviluppati nell’ambito del Lab Abruzzo – il Laboratorio per lo sviluppo sostenibile delle imprese per il rilancio del turismo in Abruzzo – promosso dal sistema camerale abruzzese, capofila la Camera di commercio dell’Aquila, in collaborazione con SìCamera e le Dmc.

Ambiente, benessere ed enogastronomia i filoni di intervento principali per un modello innovativo, alla base del sistema delle eccellenze mondiali. 246 le imprese partecipanti, da cui sono emerse 29 idee operative: il 32 per cento dei progetti riguarda l’ambito territoriale di Chieti, il 26 per cento L’Aquila, il 24 per cento Pescara, il 18 per cento Teramo, a cui si aggiungono tre progetti del sistema camerale e 5 delle Dmc.

«Nel complesso il fatturato delle imprese presenti al focus group è stimato in oltre 70 milioni di euro, pari al 5,7% del fatturato del settore turismo e allo 0,2% sul totale dell’economia abruzzese – spiega Flavia Coccia, responsabile turismo Sì Camera – la quota di imprese ricettività e ristorazione è un terzo sul totale dei partecipanti».

Tra i punti di debolezza individuati dalle imprese turistiche figurano il rapporto con la pubblica amministrazione, la necessità di creare una rete con le istituzioni e di attuare una strategia comune con una sorta di Osservatorio sul turismo, oltre alla valorizzazione delle Dmc.

«L’altro aspetto – prosegue Coccia – sono i prodotti tipici, la natura, la storia e la cultura, con particolare riferimento all’archeologia, l’eno-gastronomia, il benessere. L’obiettivo è ricostruire un’identità abruzzese per far ripartire il prodotto turistico del territorio».

Per le imprese che hanno partecipato ai focus il 64 per cento del successo di un’azienda è legato alla cultura dell’accoglienza, il 46% all’organizzazione del territorio, il 41% alla formazione qualificata del personale, il 34% alla specializzazione, il 34% all’innovazione e ricerca, il 32% alla qualità delle strutture ricettive, il 27% alla comunicazione e gestione d’immagine, il 21% all’informatizzazione.

Per il 77% degli imprenditori la strategia su cui dovrebbero puntare maggiormente le istituzioni è la promozione del territorio, per il 51% i corsi di formazione, per il 51% la cooperazione tra imprese, per il 41% la comunicazione con le altre istituzioni, per il 38% l’assistenza per la promozione dell’azienda, per il 33% gli sgravi fiscali.

«Il turismo della natura e quello eno-gastronomico – dichiara Lorenzo Santilli, presidente della Camera di commercio dell’Aquila – sono quelli considerati con maggiore possibilità di successo. A seguire, il turismo culturale, green e benessere. L’auspicio è che gli enti programmatori si predispongano senza arroccamenti all’ascolto e alla costruzione di percorsi condivisi che dipendono prevalentemente dalle azioni che il mondo delle imprese sarà in grado di mettere in campo». Lab Abruzzo ha già attivato un profilo twitter e facebook.

TARGATO az

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X