IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio, Zavettieri: «Smania di dare tanto ai tifosi»

di Claudia Giannone

L’Aquila Calcio torna a vincere, questa volta in trasferta contro la Carrarese: si teme per il ritorno del taboo del “Fattori”, soprattutto in relazione alla settimana che si sta avvicinando sempre di più. Si inizierà domani, con il recupero contro il Tuttocuoio, per poi andare verso il Santarcangelo, domenica mattina alle 12.30. Il mister, in conferenza stampa, illustra prima quello che è il suo giudizio sulla gara disputata domenica e sulle precedenti, giocate tutte con le stesse modalità.

«Sicuramente la testa libera aiuta tanto – ha spiegato – mi auguro che la vittoria di Carrara ci possa aver dato quella serenità che ci può aiutare ad esprimerci in scioltezza. Questa squadra ha dimostrato che può fare grandi cose, soprattutto in trasferta. Ora dobbiamo fare lo stesso in casa, per i tifosi: sullo slancio della vittoria di domenica, dobbiamo fare una grande partita anche domani».

«In questi giorni – ha aggiunto – sono state tutte partite diverse: a Pisa più bloccata, con la Spal blindata, con la Carrarese aperta, come la immaginavo. La squadra si è snaturata contro di noi, mi ha sorpreso: abbiamo rischiato qualcosa, ma anche loro. In queste partite abbiamo preso due goal, ma ne abbiamo segnati quattro: la squadra ha sempre avuto equilibrio e raziocinio, continuiamo sulla falsa riga di questa nuova alba».

Virdis e Del Pinto non convocati: ancora problemi per i due giocatori aquilani, che saranno probabilmente recuperati nella giornata di domenica, contro il Santarcangelo. Torna, quindi, nella lista Marco Djuric: messo da parte negli ultimi due match, dopo aver scontato la squalifica contro il Pisa, il centrocampista arrivato a gennaio sarà di nuovo parte della squadra in una gara di campionato. Ancora out Maccarrone: forse un principio di pubalgia, che potrà essere confermato solo con una risonanza.

«Non so da dove possano derivare le fondamenta delle critiche sulle convocazioni – ha sottolineato il mister – abbiamo una rosa ampia, mi sembra doveroso cercare di ottimizzare le risorse di qualche calciatore e scegliere la migliore formazione che ritengo opportuna, sia iniziale, sia con i cambi che spesso sono determinanti. L’importante è che la squadra abbia una propria filosofia di gioco e quelle caratteristiche che abbiamo dimostrato in queste tre partite». «Perpetuini mi è piaciuto – ha specificato, sempre in relazione alla partita con la Carrarese – ha dato un grande contributo alla squadra: ritenevo fosse la partita giusta per farlo giocare dall’inizio. Ha bisogno di continuare a giocare, anche se queste partite ravvicinate non lo aiutano: non ha minuti delle gambe, deve recuperare».

Parole spese, infine, anche sull’avversaria di domani, che viene da un periodo positivo. «L’auspicio è che la vittoria ci dia autostima ed entusiasmo per fare una grande partita anche in casa, che manca da quella con l’Ascoli – ha concluso – Mi aspetto una gara importante contro il Tuttocuoio: è una squadra che ha le caratteristiche della Spal, sta molto bene nello spirito, nella testa e nelle gambe. Ma dobbiamo crederci e tirare fuori il massimo: bisogna avere la smania di dare tanto ai tifosi».

X