IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio, Zavettieri: «Manca la forza di reazione»

Più informazioni su

di Claudia Giannone

Analisi degli avvenimenti dei giorni scorsi e dell’incontro che domani si svolgerà in quel di Pisa: nella conferenza pre gara, il mister decide di illustrare prima alcuni momenti della settimana appena trascorsa, come la passeggiata in centro, lasciando per un attimo da parte quello che è l’aspetto puramente calcistico.

«Credo che la passeggiata sia servita tanto: tutti avevamo visto la città, ma la visita è servita tanto. Dobbiamo interiorizzare lo spirito e il momento e comprendere che siamo ospiti di una città come L’Aquila. Anche per loro è importante lasciare un ricordo, in relazione a quello che questa città può trasmettere. Vediamo domani quanti di loro hanno compreso».

Analizzato anche il comunicato stampa dei Red Blue Eagles, emanato a metà settimana, ma ancora non letto dal tecnico aquilano, che comunque comprende i motivi che hanno portato i tifosi a scriverlo.

«Non ho avuto il piacere di leggere il comunicato, ma nel contenuto non si può che dar loro ragione. Sulla mia professione, non possono dire che non do tutto: credo sia la cosa più brutta che un professionista si può far attribuire. Tante piccole cose sono enfatizzate dal periodo negativo: abbiamo palesato più una mancata forza di reazione, questo ha potuto far travisare giudizio».

Ancora niente sull’aspetto tecnico-tattico: la squadra deve innanzitutto pensare al proprio umore e a quelle che sono le caratteristiche morali. Assenti per squalifica Maccarrone, Djuric e Karkalis, mentre Pozzebon non è stato convocato per scelta tecnica.

“Io credo che in questo momento possiamo parlare di tutto, meno che di tattica: abbiamo bisogno di giocare ogni partita per ottenere risultati positivi. Si può presumere che cambiando schema si può perdere identità: credo che ciò che dobbiamo ritrovare, al momento, è l’entusiasmo, l’autostima e la determinazione, per avere una forza di reazione importante”.

«Lo spirito giusto – ha proseguito – è ciò che viene condizionato in questi momenti negativi: era facile allenare quando le cose andavano bene, con gli elogi, ma la vera sfida è adesso. Voglio capire quali sono le mie capacità nel momento avverso: questo discorso va allargato anche ai giocatori, perché sono loro i protagonisti in campo. Ogni giocatore deve affrontare questa sfida e inserirla nella sfida della squadra intera».

Conclusione che riguarda il maggior problema della squadra, anche in relazione alla compagine che gli aquilani andranno ad affrontare.

«Il problema che abbiamo non riguarda i singoli, ma è la passività di squadra che ci condiziona: dobbiamo capire se è dovuta a qualche giocatore di troppo che ha questo tipo di approccio. Abbiamo lavorato per un risultato utile a Pisa: sicuramente sarà una partita dagli alti contenuti fisico-agonistici, perché loro vorranno batterci per continuare a sperare nel primo posto. Strutturalmente è la squadra più forte: sarà sicuramente una battaglia, confido nell’orgoglio dei ragazzi».

Più informazioni su

X