IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Paganica Rugby travolge Cecina

Più informazioni su

Il Paganica Rugby, a 42 giorni di distanza dall’ultima vittoria – il 17-7 sul campo della Union Viterbo – torna a vivere una domenica rugbisticamente perfetta, violando per 28-12 il “Castellani” di Cecina.

Opposto ai rossoblu della Emergenti in un vero e proprio scontro salvezza, il Paganica scende in campo compatto e concentrato mettendo da subito in atto un buon guadagno territoriale e capitalizzando la sua superiorità all’ottavo minuto: mischia a 5 metri, introduzione di Alfonsetti, il pacchetto rossonero lavora con timing perfetto, tallonando l’ovale e permettendo così alla terza centro Alessandro Paiola di attaccare lo spazio in uscita e depositare al centro dei pali. Senza problemi Fabio Rotellini trasforma e aggiunge due punti allo score del XV rossonero. Passano solo tre minuti e, sull’onda dell’entusiasmo, il Paganica allunga: touche ai 5 metri battuta da Bonomo sul primo blocco, ovale portato a terra, il sostegno arriva puntuale per formare una maul avanzante dalla quale esce in velocità Giordani che punta la bandierina e schiaccia in meta.

Nonostante la posizione defilata, chirurgica la trasformazione di Fabio Rotellini che centra l’acca cecinese e porta il parziale sul 14-0 Paganica. Punti nell’orgoglio, i padroni di casa si riorganizzano e provano a tornare in partita: touche battuta profonda sull’ultimo blocco, veloce trasmissione dell’ovale per trovare ampiezza in mezzo al campo, pallone che arriva a Bientinesi bravo a rompere un paio di placcaggi per poi involarsi in campo aperto e finalizzare oltre la linea di meta. L’apertura Ambrogini trasforma e riporta i tirrenici sotto il break di svantaggio sul 14-7. È però solo un fuoco di paglia: il Paganica serra le fila, torna a cingere d’assedio i 22 cecinesi e affonda il colpo per la terza volta al minuto 23. Mischia a 5 metri con introduzione rossonera, ancora impeccabile il lavoro di spinta con Cecina che arretra e presta così il fianco alla percussione di Alessandro Paiola, il quale sigla così la sua seconda marcatura personale. Dalla piazzola ancora impeccabile Fabio Rotellini e XV rossonero che allarga la forbice di punteggio portandosi sul 21-7.

La Emergenti Cecina, però, nonostante lo svantaggio, ha il merito di non arrendersi e, pur avanzando solo a fiammate, torna a farsi vedere nella metà campo paganichese in chiusura di frazione: serie di raggruppamenti avanzanti sui 10 metri che frutta una punizione, furbo Gragnani la cui battuta veloce prende in controtempo la rete difensiva rossonera e gli consente di trovare l’abbrivio giusto per depositare in meta. Dalla piazzola Ambrogini manca l’acca rossonera allargando troppo la traiettoria della trasformazione. Lo stesso numero 10 tirrenico avrebbe la possibilità di rifarsi in chiusura di frazione, ma sbaglia il piazzato concesso dal direttore di gara e il primo tempo va quindi in archivio con il Paganica avanti per 21-12.

La ripresa inizia ricalcando lo stesso leitmotiv dei primi 40 minuti: Cecina arroccato in difesa e rossoneri che, con convinzione, spingono alla ricerca della meta che varrebbe il bonus offensivo trovandola già al terzo minuto.

Ancora decisiva la mischia: carica poderosa sull’introduzione di Zugaro e Alessandro Paiola (vero e proprio man of the match) va a rifinire oltre la linea con un pregevole pick and go. Fabio Rotellini, implacabile al piede, mette dentro la trasformazione e porta il parziale sul 28-12 Paganica.

Rossoneri che, al decimo, avrebbero l’opportunità di allungare ancora: chiamati i pali per un piazzato, ma stavolta Fabio Rotellini manca l’acca tirrenica sporcando il suo 100% dalla piazzola.

La partita, di fatto, termina qui: il Paganica, nonostante i gialli comminati ad Alessandro Paiola ed Anitori, amministra bene il vantaggio, rintuzza con tranquillità ogni tentativo cecinese e, al fischio finale, incamera 5 punti classifica fondamentali nell’ottica della permanenza in categoria.

I rossoneri, infatti, salgono a quota 11 in classifica, consolidano il quarto posto e staccano proprio la Emergenti Cecina ora distante 9 lunghezze dal XV di coach Sergio Rotellini. La strada è tracciata, adesso bisognerà continuare a percorrerla, a partire dalla trasferta di Modena prevista il prossimo 29 marzo.

Più informazioni su

X