IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

‘Più: uffici per l’integrazione’, ancora aperte le iscrizioni

Si avvia a conclusione la fase formativa del progetto “Più: Uffici per l’Integrazione”, finanziato dal Fondo Europeo per l’Integrazione, che ha come capofila il Comune dell’Aquila e come partner la Fondazione Mondo Digitale, la Comunità Montana Montagna dell’Aquila, la C.M. Sirentina e i Comuni di Castelvecchio Subequo, Fontecchio, Goriano Sicoli, Molina Aterno, Montereale, Ovindoli, San Demetrio ne’ Vestini e Pizzoli.

L’obiettivo del progetto, portato avanti dall’assessorato alle Politiche Sociali del Comune, è rafforzare la governance a livello locale, attivando una rete tra enti che erogano servizi, al fine di potenziare le procedure di accoglienza e integrazione dei cittadini stranieri.

Dopo le prime quattro giornate formative, l’ultimo incontro si sta svolgendo a L’Aquila in questi giorni (4, 5 e 6 marzo) presso la sala Convegni del Comune, in via Aldo Moro. Il corso, completamente gratuito, è relativo alla “[i]Tutela sanitaria dei migranti e buone pratiche[/i]”. È aperto a tutti gli operatori, anche volontari, pubblici, privati e del privato sociale che a vario titolo si occupano di immigrazione. Tutti coloro che fossero ancora interessati ad iscriversi, possono farlo registrandosi a questo indirizzo: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-5-modulo-formativo-tutela-sanitaria-dei-migranti-e-buone-pratiche-progetto-piu-15871254349.

Sempre nell’ambito dello stesso progetto è previsto un secondo modulo formativo di quattro ore. Il primo appuntamento, che riguarderà la formazione sulla valutazione dei servizi e sul loro impatto, si svolgerà giovedì 12 marzo 2015, dalle ore 14 alle ore 18 sempre presso la Sala Convegni del Comune dell’Aquila in Viale Aldo Moro 30. Il corso è rivolto agli operatori delle Pubbliche Amministrazioni, operatori socio-sanitari (assistenti sociali, operatori sanitari, educatori, psicologi ecc.), scolastici, di pubblica sicurezza, operatori amministrativi degli enti locali e delle comunità e riguarderà la modalità di valutazione dei servizi, al fine di migliorarne in termini di efficacia ed efficienza il funzionamento e l’erogazione.

«Si tratta degli ultimi incontri di formazione- ha commentato l’assessore Emanuela Di Giovambattista – Terminata la fase formativa, si entrerà nel vivo del progetto. Sono due le azioni che il Comune dell’Aquila porterà avanti, la mediazione culturale e l’apertura di uno sportello di orientamento».

X