IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio, Zavettieri: «Nulla da rimproverare»

di Claudia Giannone

Il commento di mister Zavettieri arriva qualche minuto dopo il termine dell’incontro che ha visto L’Aquila pareggiare per 1-1 contro il Pontedera: nel primo dei recuperi degli incontri rinviati per neve, tanto è il rammarico della squadra per il parziale vantaggio sprecato, ma il tecnico aquilano afferma di non poter rimproverare nulla alla sua squadra per la ritrovata convinzione sul campo.

«I ragazzi hanno dato tutto in campo, questo è l’atteggiamento giusto da tenere in tutte le partite. Abbiamo concesso una possibilità nel primo tempo e preso goal su una piccola deviazione di Del Pinto. Mi dispiace per i ragazzi e per i tifosi, ora la squadra ha capito l’importanza di uscire dal campo senza rimpianti».

«Siamo partiti un po’ contratti e timorosi – ha proseguito – siamo cresciuti man mano e abbiamo fatto un grandissimo secondo tempo. Volevo sfruttare la forza e la determinazione di Pozzebon e Virdis, Pacilli era stanchissimo e mi aveva già chiesto il cambio: è stato importantissimo per la partita. Inoltre, i due esterni bassi erano molto stanchi. C’è tanta delusione, ma assolutamente nulla da rimproverare alla squadra».

Scelte sul campo che hanno parlato chiaro: la squadra che oggi ha avuto ragione di scendere in campo è stata quella consolidata dal mercato estivo, con la sola eccezione di Carini, al posto di Maccarrone.

«La scelta della vecchia guardia non è stata dettata dalla mancanza di coerenza, ma dal periodo negativo che non ha favorito un inserimento forte di tutto il gruppo. In un momento così difficile, era il gruppo che aveva più conoscenza del globale. Carini era l’unico acquisto in campo dal primo minuto e ha fatto una grande partita, l’ho dovuto sostituire a causa di un pestone, ma l’avrei cambiato comunque».

«I risultati – ha concluso il mister – non mi stanno dando ragione in relazione alla potenzialità della squadra, ma spero che il tempo mi dia ragione. Il periodo trascorso non ha permesso la crescita repentina che volevamo ed ha messo in luce le crepe di qualche giocatore».

X