La luna nelle laudi

di Valter Marcone

“[i]Laudato sì, mi Signore, per sora luna e le stelle,/ In celu l’ài formate, clorite, preziose et belle[/i]” canta Francesco nel Cantico delle creature a proposito della luna.

La luna, Selene o Diana, madre o figlia, sposa o meretrice. La luna camminatrice notturna, calda o fredda, dolce o beffarda ma sempre regale “[i]in un cielo trapunto di stelle[/i]” o tra nubi tempestose.

Ecco la luna di tutti e dei lunatici in particolare, la luna dei poeti.

Da Buonagiunta da Lucca che precorre il dolce stil nuovo con “[i]E stella e luna ed ogni altra lumera[/i]”, appellando così la donna amata, a Jacopo dei Benedetti in De la grande battaglia de Anticristo, che fa vivere il sentimento popolare nella laude ”[i]La luna è scura, el sole ottenebrato[/i]”. Nella lauda gli astri ci danno una completa visione, anche figurata, della passione e della partecipazione completa che unisce Dio, popolo e creato in un unico mistico “[i]a solo[/i]”.

E’ Dante, però, che gli attribuisce un nuovo appellativo: “margarita”.

[i]Parev’a me che nube ne coprisse

Lucida, spessa, solida e pulita:

Quasi adamante che lo sol ferisse.

Per entro sé l’eterna margarita

Ne ricevette, com’acqua recepe

Raggio di luce permanendo unita.[/i]

Ma il poeta non si accontenta e nel salire la selva nel suo viaggio nell’oltretomba ci dà un’immagine di viva poesia della luna:

“[i]E già la luna è sotto i nostri piedi[/i]”

Ma è nell’incontro con Beatrice, nel Paradiso, Canto I vv.109-120, che le anime si specchiano nella luce della luna:

[i]Ne l’ordine che io dico sono accline

Tutte nature per diverse sorti

Più al principio loro e men vicine;

onde si muovono a diversi porti

per lo gran mar de l’esser, e ciascuna

con istinto a lei dato che la porti.

Questo ne porta il foco in ver la luna,

questo nei cor mortali è per motore,

questo la terra in sé stringe e aduna.

Né pur le creature che son fuore

D’intelligenza quest’arco saetta,

ma quelle che hanno intelletto e amore.[/i]

E’ il contemporaneo di Dante Dino Frescobaldi che chiama la luna [i]stella Diana[/i] in due versi che esprimono un paragone di luce:

[i]“Che luce il lume de la sua bellezza

come stella diana o margherita”.[/i]

Cecco Angiolieri (Francesco Stabili) con burle e polemiche da astrologo ed occultista che gli procurarono il rogo con arguta astuzia afferma:

[i]La luna muove natural virtute

Ciascuna pianeta con gli ottavi lumi

Dispone il mondo con le lor vedute.

E nei paragoni tra uomini ed animali la luna fa capolino:

Forse s’allegra nella luna nuova

La scimmia e, quand’è mezza, si fa trista

Che par che sopra lei li pensier prova.[/i]

E anche Jacopo Alighieri nel Dottrinale parla così della luna:

[i]La casa de la luna

Col Cancro si rauna

E ‘l secco e ‘l caldo priva

Di ciascuna sua riva sicchè si pare all’acqua

Che nel freddo scialacqua.[/i]

Fazio degli Uberti, poeta didascalico della luna, si limita a dire:

“[i]Al lume delle stelle e della luna[/i]”

per poi riprendere il paragone della luna con la stella Diana:

[i]“Come per primavera innanzi al giorno

Ride Diana, nell‘aere serena

D’una luce si piena

Che par ne risplenda tutto ‘l cielo

Così all’ombra del candido velo,

dove la sua virtù raggia e balena.

Ride un piacer che a pena

Si puote immaginar quanto è adorno”.[/i]

LEGGI LA PRIMA PUNTATA:

[url"LA LUNA DEI LUNATICI E ALTRE LUNE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Detail_News_Display?ID=109107&typeb=4&Loid=153&La-luna-dei-lunatici-e-altre-lune[/url]

LEGGI LA SECONDA PUNTATA:

[url"NOVELLE SULLA MITOLOGIA LUNARE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=109398&typeb=0[/url]

LEGGI LA TERZA PUNTATA:

[url"MITI LUNARI"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=109688&typeb=0[/url]

LEGGI LA QUARTA PUNTATA:

[url"POETI D'ORIENTE, PRIMA PARTE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=110187&typeb=0[/url]

[url"POETI D'ORIENTE, SECONDA PARTE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=110398&typeb=0[/url]

LEGGI LA QUINTA PUNTATA:

[url"LA LUNA DI GIACOMO LEOPARDI, PRIMA PARTE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=110731&typeb=0[/url]

[url"LA LUNA DI GIACOMO LEOPARDI, SECONDA PARTE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=111388&typeb=0[/url]

LEGGI LA SESTA PUNTATA:

[url"LA LUNA DI DANTE, PRIMA PARTE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=111708&typeb=0[/url]

[url"LA LUNA DI DANTE, SECONDA PARTE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=112047&typeb=0[/url]

LEGGI LA SETTIMA PUNTATA:

[url"LE SORELLE DELLA LUNA"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=112369&typeb=0[/url]

LEGGI L'OTTAVA PUNTATA:

[url"LUNAZIONE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=112967&typeb=0[/url]

LEGGI LA NONA PUNTATA:

[url"LA LUNA AL FEMMINILE, PRIMA PARTE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=113258&typeb=0[/url]

[url"LA LUNA AL FEMMINILE, SECONDA PARTE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=113538&typeb=0[/url]

LEGGI LA DECIMA PUNTATA:

[url"LA LUNA DEL PAPA"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=114072&typeb=0[/url]

LEGGI L'UNDICESIMA PUNTATA:

[url"LA PUNTA DI ANDERSEN, PRIMA PARTE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=114202&typeb=0[/url]

[url"LA PUNTA DI ANDERSEN, SECONDA PARTE"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=114460&typeb=0[/url]

LEGGI LA DODICESIMA PUNTATA:

[url"LA LUNA DI GARCIA LORCA"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=114808&typeb=0[/url]

LEGGI LA TREDICESIMA PUNTATA:

[url"LA LUNA DI GIOVANNI PASCOLI"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=115083&typeb=0[/url]

LEGGI LA QUATTORDICESIMA PUNTATA:

[url"ROMANZE D'OTTOCENTO"]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=115476&typeb=0[/url]

[url"Torna al Network LeStanzeDellaPoesia"]http://ilcapoluogo.globalist.it/blogger/Valter%20Marcone%20-[/url]