Quantcast

«Si ricostruisca la governance della Ricostruzione»

«La battaglia che tutto l'Abruzzo e la sua classe dirigente dovrebbe fare è quella per la ricostituzione della governance della ricostruzione, smantellata dal Governo Renzi».

Lo ha detto Umberto Trasatti, segretario provinciale Cgil dell'Aquila ai microfoni di Marco Signori su Radio L'Aquila 1 FM 93.5 alla prima puntata di [i]"Bastian Contrario"[/i], il nuovo appuntamento settimanale di approfondimento in onda ogni mercoledì dalle 16.30.

«Dopo la fase in cui la politica aquilana ha fatto sentire la sua voce - ha detto Trasatti - l'intera classe dirigente deve tornare a battere i pugni sul tavolo». Replicando poi al dirigente di Confindustria Paolo Primavera che aveva parlato di «isolazionismo» dell'Aquila, Trasatti ha parlato di affermazioni «arroganti».

«Avrebbe dovuto fare una battaglia - sostiene - se davvero considera che la ricostruzione debba essere una battaglia della intera regione». Inaccettabile» per Trasatti la proposta per la quale l'Abruzzo aquilano debba andare con il Lazio. Sui fondi per la ripresa economica del cratere, il segretario Cgil ha poi puntato l'indice su Invitalia, che ha impiegato un anno e mezzo per istruire i progetti dei contratti di sviluppo. «Nessuna azienda ha ancora preso un euro di contributo».

«Le scelte di politica economica degli ultimi governi, Berlusconi, Monti, Letta ed ora Renzi, hanno usato ricette di politica economica che non hanno funzionato e non potevano funzionare», ha infine aggiunto il sindacalista.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

«Il sindacato non difende i garantiti, anche la Pubblica amministrazione ha perso centinaia di migliaia di occupati. Servono riforme, ma quelle avanzate da questo governo non vanno nella giusta direzione». Per Trasatti serve una riforma fiscale che rilanci investimenti pubblici.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});