Quantcast

Addio all’africano che conquistò L’Aquila col sorriso

« Grave perdita per tutti quelli che si sono abituati al sorriso disarmante di Lamine. Persona molto amata in città, era conosciuto da tutti per via del suo carattere socievole e della sua disponibilità verso coloro i quali, almeno una volta, avevano varcato le soglie del luogo di culto islamico di via Cachi», annuncia così il consigliere Gamal Bouchaib al comune dell’Aquila la morte improvvisa del giovane e amato Lamine.

«Chiedo a chiunque voglia fare un'opera di generosità per il trasporto della sua salma al Burchina Faso (ora nell’obitorio dell’ospedale San Salvatore, sin dal giorno di domenica) di contattarmi direttamente alla presidenza del consiglio comunale al numero 0862645203», continua il consigliere.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

«Ma non si può in questa occasione anche triste non ringraziare l’Impresa Mancini dagli amministratori ai lavoratori per la dedizione eccezionale e calorosa con la quale hanno trattato Lamine sia in malattia che dopo la morte, con una considerevole gesto di generosità ammirevole in tutti i sensi», conclude Gamal.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});