IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Italrugby U18 batte la Francia al Fattori

di Marcello Spimpolo

La Nazionale Italiana U18 allenata da Massimo Brunello inaugura nel migliore dei modi la stagione internazionale 2015, superando per 26 a 22 i pari età della Francia nel test-match disputato oggi pomeriggio allo Stadio “Tommaso Fattori” dell’Aquila.

Gli Azzurrini, capitanati dal pilone teramano tesserato per L’Aquila Rugby Marco Riccioni, sono protagonisti di una gran prova di carattere riuscendo, nella ripresa, a rimontare il passivo (6 a 10) con il quale si era chiuso il primo tempo.

Tranne qualche passaggio a vuoto, che però non porta a marcature francesi se non a giochi fatti, i ragazzi di Brunello dominano la ripresa, mettono a segno due mete che, sommate alla precisione al piede di Cioffi, scavano quel solco fino al 26 a 15 che rende inutile la marcatura transalpina nei minuti di recupero.

Grande prova di squadra per gli Under 18 azzurri su cui spiccano le individualità di capitan Riccioni e del Man of the Match Schiabel.

L’incasso dell’incontro, organizzato dall’Associazione “L’Aquila per la Vita” e dal Rotaract del capoluogo abruzzese con il supporto della Questura dell’Aquila, verrà devoluto a sostegno di un programma di prevenzione e terapia dei melanomi, in collaborazione con la Cattedra di Dermatologia dell’Università dell’Aquila.

{{*ExtraImg_230827_ArtImgRight_300x186_}}«La reazione della squadra dopo la terza meta francese, sotto per 6 a 15, è a mio avviso il dato più interessante della giornata – ha commentato a fine gara il tecnico Massimo Brunello – ma è tutto l’incontro ad aver offerto spunti interessanti, in tutte le aree del gioco. I ragazzi non hanno mai mollato, ora non possiamo che festeggiare una splendida vittoria contro un avversario che, con lo stesso gruppo, nella passata stagione ci aveva battuto nettamente a livello di Under 17».

Immediate le congratulazioni di uno degli atleti aquilani più celebri, il capitano della Nazionale Maggiore Sergio Parisse, che sul proprio account twitter si è complimentato con i giovani colleghi di nazionale.

L’incontro sarà disponibile gratuitamente, on demand, a partire da domani su www.mysport24.it.

{{*ExtraImg_230828_ArtImgCenter_500x334_}}

LA CRONACA

Lunga fase di studio tra le due squadre, con l’Italia che inizialmente sembra faticare a prendere le misure degli avversari in mischia chiusa. Bisogna quindi aspettare il quarto d’ora per vedere muoversi il tabellino grazie ad un facile calcio di punizione in mezzo ai pali di Cioffi decretato per un fallo francese sulla [i]rolling maule[/i] avanzante dell’Italia. Sul 3 a 0 per i padroni di casa immediata reazione ospite con uno spunto individuale del centro Decron che evita due placcaggi e serve il flanker Abadie sul filo della linea di touche: è la meta del 3-5, con tentativo di trasformazione fallito dal mediano di mischia Retiere. L’Italia non accusa il colpo a freddo sul primo vero affondo ospite e torna a giocare nei ventidue avversari sfruttando ancora una volta una punizione guadagnata sull’avanzata da maul. Cioffi centra i pali al venticinquesimo: 6 a 5. Si riparte, nuova accelerata francese che manda a vuoto la retroguardia italiana facendo volare in meta alla bandierina l’ala Tauzin per il 6 a 10. La squadra di Brunello non si perde d’animo e prova a chiudere ancora in avanti il primo tempo, rischiando – senza conseguenze – l’intercetto ospite. Si va, come detto, al riposo sul 6 a 10 per la Francia.

{{*ExtraImg_230829_ArtImgRight_300x200_}}Nella ripresa i galletti provano a chiudere la partita e, all’ottavo, il mediano di mischia Retiere sorprende ancora la difesa Azzurra volando in meta per il 6 a 15.

E’ qui che si vede la grande reazione citata da coach Brunello a fine incontro, gli Azzurrini non solo non mollano ma iniziano ad attaccare ogni pallone, da ogni parte del campo. Il coach ci mette del suo facendo entrare delle forze fresche dalla panchina e al quarto d’ora l’ala viadanese Andrea Bronzini, dopo l’ennesima, convincente maul italiana, sfonda centralmente rompendo due placcaggi e Cioffi trasforma accorciando sul 13 a 15.

E’ l’azione che riapre la partita e, soprattutto, mina d’improvviso le certezze degli ospiti, che perdono di efficacia. L’Italia approfitta del momento difficile degli avversari e schiaccia sull’acceleratore: al ventunesimo il primo centro sandonatese Dario Schiabel trova l’angolo di corsa giusta, evita un placcaggio, resiste ad altri due sostenuto dai compagni e plana in meta.

Facile la trasformazione per Cioffi, peraltro impeccabile dalla piazzola, per il 20 a 15. Nei minuti successivi, la supremazia sui punti d’incontro del pack italiano, procura due calci piazzati che il beneventano piazza fra i pali: è il break decisivo, l’Italia allunga sul 26 a 15 e la meta finale della Francia, nel recupero, serve solo a rendere meno pesante la sconfitta dei transalpini. Subito dopo infatti arriva il triplice fischio e parte la gran festa in campo per gli Azzurrini, il loro ct Brunello e per tutto lo staff, compreso il team manger Maurizio Zaffiri.

Un ospite di eccezione si è rivisto in campo a fine partita per premiare il Man of the Match col boccale offerto dal Rugby Club Vecchio Cuore neroverde: il trequarti italiano Schiabel è infatti premiato da Antonio Di Zitti, indimenticato campione neroverde nonchè ex presidente dell’Aquila Rugby.

IL TABELLINO

L’Aquila, Stadio “Tommaso Fattori” – sabato 24 gennaio 2015

Test-match U18

Italia v Francia 26-22

Marcatori: p.t. 15’ cp. Cioffi (3-0); 17’ m. Abadie (3-5); 25’ cp. Cioffi (6-5); 27’ m. Tauzin (6-10); s.t. 8’ m. Retiere (6-15); 16’ m. Bronzini tr. Cioffi (13-15); 21’ m. Schiabel tr. Cioffi (20-15); 29’ cp. Cioffi (23-15); 33’ cp. Cioffi (26-15); 35’ m. Caillat tr. Romera (26-22)

Italia: Cioffi (34’ st. Pagliarini); Bardella (10’ st. Mokom), Zanon (22’ st. Lucchin), Schiabel (34’ st. Papa), Bronzini; Dal Zilio, Panunzi (10’ st. Trussardi); Casolari, Zilocchi (19’ st. Zago), Mordacci; Orso, Morona (27’ st. Licata); Riccioni (cap, 10’ st. Ceciliani), Manfredi (34’ st. Borean), Rimpelli (10’ st. Ceccato)

all. Brunello

Francia: Nicoue, Megdoud (10’ st. Caillat), Millet (15’ st. Galletier), Decron, Tauzin; Hastoy, Retiere (22’ st. Romera); Sese, Roumat (cap), Abadie (10’ st. Ndiaye); Capelli, Verhaeghe; Ylmaz (25’ st. El Ansari), Dufour (25’ st. Mauvaka), Heugas (1’ st. Sauzaret)

all. Gatineau

arb. Meconi (FIR)

Calciatori: Cioffi (Italia) 6/6; Retiere (Francia) 0/1; Decron (Francia) 1/2

Note: giornata fredda, campo pesante ma in buone condizioni. Mille spettatori circa.

In tribuna il Presidente della FIR Alfredo Gavazzi, il Manager della Squadra Nazionale Luigi Troiani, l’ex CT della Nazionale Massimo Mascioletti ed uno spettatore d’eccezione come il giornalista Michele Santoro.

{{*ExtraImg_230830_ArtImgCenter_500x334_}}

X