IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Vaccini, il container della vergogna

Assocasa Ugl L’Aquila denuncia la situazione di grave disagio che si trovano ad affrontare le coppie aquilane che devono sottoporre a vaccinazione i propri bambini.

{{*ExtraImg_230673_ArtImgRight_300x225_}}«A quasi sei anni dal sisma – sottolinea Franco Marulli, segretario Assocasa Ugl – si svolgono attività di prevenzione sanitaria in strutture prefabbricate. Nel presidio sanitario di Collemaggio si effettuano i vaccini per varie tipologie. In una fatiscente struttura del servizio sanitario si recano mediamente da 20 a 30 utenti al giorno, tra i quali anche bambini di pochi mesi. Il tutto in uno spazio di pochi metri quadrati con un solo bagno per tutti, dove manca anche un fasciatoio per cambiare i pannolini, carta igienica e carta per asciugare le mani. Non c’è la porta antibagno, alcune sedie sono divelte, mentre nella saletta di attesa c’è un letto per le visite ambulatoriali ormai vetusto e non più in uso, adoperato dai fruitori del servizio come poggia oggetti. Qualche ragnatela non manca, così come i fili della corrente penzoloni dalle pareti e dal soffitto».

{{*ExtraImg_230674_ArtImgRight_300x225_}}«Se questa situazione fosse presente in un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande al pubblico sarebbe già stato visitato dai N.A.S. e sanzionato – denuncia Marulli – All’esterno di queste strutture è presente il cartello della ditta che ha fornito i manufatti con la scritta “noleggio”. Queste strutture sono a noleggio? E quanto costa alla collettività? E’ mai possibile che a sei anni dal sisma non si siano trovate soluzioni consone per un ente che eroga servizi sanitari molto “delicati”?».

{{*ExtraImg_230675_ArtImgCenter_500x666_}}

{{*ExtraImg_230676_ArtImgCenter_500x320_}}

X